Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Fiorentina, Della Martira: "Se gli americani vengono nel nostro calcio lo fanno per Business"

Fiorentina, Della Martira: "Se gli americani vengono nel nostro calcio lo fanno per Business"
sabato 24 febbraio 2024, 08:05Altre Notizie
di Redazione TMW
fonte R A D I O . F I R E N Z E V IO L A
Mauro Della Martira (Roma, 16 dicembre 1951) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.
Il Brivido Viola
Radio Firenze Viola
Il Brivido Viola
Mauro Della Martira a Radio Firenze Viola
00:00
/
00:00

L'ex calciatore sia di Lazio che di Fiorentina Mauro Della Martira è intervenuto a Radio FirenzeViola durante la trasmissione "Il Brivido Viola" per parlare dell'attualità di casa Fiorentina. Queste le sue parole a partire dal suo passato in viola:
"Avevamo una frande difesa con Galdiolo, io, Roggi, Tendi, eravamo una bella squadra. Ho ricordi bellissimi. Nel 1975 battemmo il Milan e vincemmo la Coppa Italia. Il Milan era forte con Maldera, Benetti, Rivera e altri giocatori ottimi. Abbiamo vinto una bella coppa e poi abbiamo vinto anche a Londra la Coppa ItaloInglese".

Lei è stato anche calciatore della Lazio
"Io ero già stato negli USA dove lavoro sia in ufficio che in campo come assistant coach. Poi quando Chinaglia mi chiese di tornare alla Lazio, mi ritrovai, quando credevo di aver smesso, a tornare a giocare. Giocai un derby contro la Roma e dovetti marcare Pruzzo".

Un suo giudizio su Commisso e in generale dugli americani in Italia?
"Intanto se una persona parte dagli USA per venire in Italia lo fa per una questione di mercato. Una volta c'erano dei presidenti che mettevano i soldi di tasca loro, oggi è diverso. Non ci sono più le questioni di cuore, si ragiona a livello di business".

Chi è Mauro Della Martira:
Iniziò la carriera nel Bettini di Quadraro. Debuttò a livello professionistico con l'Arezzo, per poi militare nella Fiorentina dal 1973 al 1978, partecipando alla vittoria della Coppa Italia 1974-1975 e della Coppa Italo inglese contro il West Ham.

Dopo la parentesi viola si trasferì al Perugia dove fu fra i protagonisti della squadra dei miracoli della stagione 1978-1979, nella quale gli umbri chiusero il campionato di Serie A al secondo posto e, prima squadra nella storia del girone unico, imbattuti.

Proprio a Perugia rimase coinvolto, nella primavera del 1980, nello scandalo del Totonero, venendo squalificato per cinque anni; tornò a giocare dopo la decisione della FIGC, successiva alla vittoria azzurra al campionato del mondo 1982, di ridurre di due anni le inibizioni ai calciatori ancora sotto squalifica, sicché militò nella Lazio nella stagione 1983-1984 prima del definitivo ritiro.

In carriera ha totalizzato complessivamente 145 presenze e 5 reti in Serie A.

Dirigente
Una volta terminata la carriera agonistica, a metà degli anni 1980 ricoprì il ruolo di responsabile marketing della Lazio sotto la presidenza di Giorgio Chinaglia.
Dopo un periodo di allenamento solitario, Della Martira torno' in campo in quella Lazio e disputo anche il derby contro la Roma marcando Pruzzo.
In quel derby provoco' anche il rigore del pareggio giallorosso, a sua detta rigore inesistente.

Dopo il ritiro
Possiede un ristorante a Londra. La figlia Enrica ha partecipato alla terza edizione del talent show MasterChef, arrivando in semifinale.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile