Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Non c'è niente di normale in quel che ha fatto finora Stefano Pioli

Non c'è niente di normale in quel che ha fatto finora Stefano PioliTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
domenica 21 febbraio 2021 09:45Il corsivo
di Marco Conterio

Dietro alla parola normalizzatore, che fu dedicata a Stefano Pioli per rimetter l'Inter sul binario, ci sono due accezioni possibili. Quella del problem solver, dell'aggiustatutto, che ripulisce, imbianca, avvita e rimette a nuovo. Senza colpo ferire, senza un cacciavite affilato ma con olio di gomito e pazienza. Oppure quella dell'elogio della normalità, di quel che serve senza picchi, senza voli pindarici. Per questo Pioli ha fuggito da subito l'appellativo, perché profuma di normale mediocrità, o di mediocre normalità. Le etichette, poi, son difficili da togliere, sicché quella del potenziatore, di lì a poco affissa al suo armadietto, sapeva di toppa sul buco e poc'altro. France Football raccontò poi la verità. Pioli è un allenatore. Che vale.

Non c'è niente di normale L'inizio della carriera profumava di quello, in verità. Di impegno, lealtà, costanza, di tanta sostanza, ma senza fiocchi, solo arrosto. E nel calcio d'oggi serve anche quello, sia per imbonire le piazze, sia per addolcire i presidenti, sia per addomesticare i campioni bizzosi e viziosi. Stefano Pioli però ha fatto di più. A Firenze, nel dramma, ha dimostrato a un mondo pieno di patine come quello del calcio che nei momenti veri, difficili, duri, non serve una maschera. Servono le lacrime e gli abbracci, un allenatore come uomo e poi tutto il resto. Che è arrivato a Milano, sublimazione del percorso tecnico di un tecnico che ha accettato le etichette ma che ha saputo rigettarle col percorso, con gli alti, coi bassi, e poi coi risultati. Quel che sta facendo al Milan è straordinario, inatteso, e merita ogni applauso. E no, non c'è niente di normale.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000