Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Juve, i prestiti in Serie A funzionano in parte. Da Ranocchia a Cambiaso, fino a Rovella e De Winter

Juve, i prestiti in Serie A funzionano in parte. Da Ranocchia a Cambiaso, fino a Rovella e De WinterTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 25 settembre 2022, 08:30Serie A
di Simone Dinoi

Quattro giovani prestiti in Serie A per capire se, l’anno prossimo con un percorso di rinnovamento e abbattimento dei costi in atto, il futuro potrà essere a tinte bianconere. Filippo Ranocchia, Koni De Winter, Nicolò Rovella e Andrea Cambiaso: alti e bassi in questo inizio di stagione.

Ranocchia e De Winter e un percorso finora “limitato”.
I primi due protagonisti di questo focus sono stati citati direttamente dal direttore Federico Cherubini nel corso della conferenza stampa di presentazione dei tre giocatori che hanno vissuto il settore giovanile bianconero: “Da qualche giorno abbiamo cambiato anche il format, da U23 a Next Gen: comprende sia la Next Gen, ma anche quel percorso successivo in prestito in Serie A. Penso a De Winter e a Ranocchia in Serie A che stanno proseguendo il percorso di crescita”. Koni De Winter e Filippo Ranocchia, rispettivamente in prestito a Empoli e Monza, hanno vissuto primavera e seconda squadra (il primo anche con l’esordio tra i più grandi) prima di spiccare il volo in Serie A. 113 minuti per il primo e 122 per il secondo, un ricambio per i toscani il difensore belga, inizialmente un titolare del centrocampo l’italiano che, però, dall’ultima apparizione di agosto non ha più visto il campo. Se i due non dovessero trovare maggiore spazio, chissà che il mercato di gennaio non possa portare a soluzioni differenti.

Rovella e Cambiaso, inizio positivo.
Discorso completamente differente invece per Nicolò Rovella e Andrea Cambiaso che, va detto, alle loro spalle hanno anche un’esperienza differente (tra l’altro da compagni di squadra al Genoa). Sono tre le presenze del centrocampista, che ha cominciato la stagione in maglia bianconera, con il Monza per un totale di 238 minuti e un’immediata padronanza del reparto di mezzo dei lombardi sfoderata anche nella vittoria contro la squadra di Allegri. Il classe 2001 ha parlato anche recentemente del trasferimento: “Sia io sia Allegri, con Cherubini e Nedved, abbiamo deciso che per me, avendo ancora 20 anni, la cosa più importante era giocare. In quel ruolo specifico, nelle grandi squadre, è difficile trovare continuità”. Sono otto invece già le presenze collezionate da Andrea Cambiaso, “spedito” in men che non si dica al Bologna immediatamente dopo l’acquisto dal Genoa, con 485 minuti all’attivo e un’avventura che, finora, rappresenta esattamente quello che volevano le parti in causa: esperienza, errori, crescita per poi sognare un posto con la maglia della Juventus.