Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

La Roma di Pallotta non esiste più

La Roma di Pallotta non esiste piùTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
domenica 28 febbraio 2021 07:00Serie A
di Dario Marchetti

Qualche giocatore è rimasto, ma con la ‘morte’ del progetto Tor Di Valle possiamo dire che la Roma di James Pallotta non esiste più. “E’ stato rovinato da qualche cog****e” ha tuonato su Twitter l’ex presidente giallorosso dopo l’annuncio dell’impossibilità di proseguire con il progetto nato nel 2012 e che avrebbe dovuto regalare al club un impianto di proprietà. Immediata la risposta dei tifosi con uno striscione. “Stai zitto” si è letto in città ieri e poi ancora “mera utilizzatrice”, due parole che fanno riferimento alla semestrale pubblicata dalla Roma e che indicavano come la nuova presidenza non avrebbe detenuto la proprietà del nuovo stadio, ma ne avrebbe solo usufruito. I Friedkin ora, com’è stato per altre aree del club, hanno deciso di ripartire da zero. Lo stadio farà parte del core business del progetto a medio-lungo termine, ma completamente diverso rispetto a come era stato disegnato da James Pallotta. Non più il business park intorno con uffici da affittare (il Covid ha aperto nuovi scenari come quello dello smartworking) e addio anche all’impianto da 60 mila spettatori. Ne bastano 40 come per l’Allianz Stadium. Il nuovo progetto poi dovrà essere integrato nel contesto cittadino e green, quest’ultimo un aspetto a cui tiene molto la nuova proprietà.

Lo stadio, però, è stata solo l’ultima tessera di un puzzle azzerato e ricominciato da capo. Già, perché la rivoluzione silenziosa dei Friedkin prosegue e tutte le connessioni con la Roma riconducibile a quella di Pallotta stanno venendo meno. Sono andati via manager come Petrachi, Baldissoni, Zubiria per far spazio a Tiago Pinto, Stefano Scalera e in ultimo Maurizio Lombardo, nuovo Cfo del club. Manca ancora qualche tassello, ma da qui a giugno la Roma si sarà trasformata a immagine e somiglianza dei suoi nuovi proprietari, sempre presenti a Trigoria e pronti a portare il loro hub finanziario nella Capitale da Londra. Altro segnale di quanto si voglia risvegliare quel “gigante addormentato” di nome Roma.

Primo piano
TMW Radio Sport
TMW News TMW News: Atalanta-Juve per lo spettacolo e la Champions. Il Napoli prova a fermare l'Inter
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000