Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Marco Rossi dopo Ungheria-Italia: "C'è rammarico. Parleremo a lungo di Raspadori"

Marco Rossi dopo Ungheria-Italia: "C'è rammarico. Parleremo a lungo di Raspadori"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 27 settembre 2022, 21:15Serie A
di Pietro Lazzerini

Marco Rossi, ct della Nazionale ungherese che ieri è stata sconfitta dall'Italia nell'ultima partita del girone di Nations League per 2-0 a Budapest, è tornato sulla partita rispondendo alle domande di Radio Kiss Kiss Napoli: "Usciamo benissimo dalla Nations League, siamo rimasti in Serie A a discapito dell’Inghilterra e per questo motivo non posso non essere soddisfatto. Diciamo che c’è un po’ il rammarico per la partita di ieri. L’Italia è la squadra più forte, ma è stata una partita equilibrata. Del resto anche le statistiche lo confermano. Abbiamo regalato il primo gol che ha spostato un po’ gli equilibri della contesa, non siamo stati capaci di dare le giuste letture". Poi parlando di Raspadori, autore di un gol nella vittoria azzurra: "Ha davvero grande talento, lo ha dimostrato sia con la nazionale che col Napoli. Ieri ha fatto il gol ed è stato bravo ad approfittare della situazione, ma vi dico che a Cesena aveva giocato addirittura meglio. Sentiremo parlare a lungo di lui, può giocare in tutte le posizioni del fronte offensivo. Troverà sicuramente spazio anche nel Napoli". Infine una battuta sul mancato approdo dell'Italia al Mondiale in Qatar: "L’Italia ha vinto un Europeo e solo un anno fa eravamo tutti a festeggiare, non dobbiamo dimenticare questo anche se è difficile ingoiare il rospo del secondo mondiale mancato di fila".