Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Capua spiega il lavoro dell'antidoping durante le gare: "Resistono sacche di criminalità"

Capua spiega il lavoro dell'antidoping durante le gare: "Resistono sacche di criminalità"TUTTO mercato WEB
venerdì 1 marzo 2024, 11:08Serie A
di Raimondo De Magistris

Interessante intervista rilasciata al 'Corriere dello Sport' dal Professor Giuseppe Capua, presidente della commissione antidoping della Federcalcio, all'indomani della squalifica di quattro anni comminata dal Tribunale Nazionale Antidoping a Paul Pogba. Nel corso del botta e risposta, Capua ha spiegato in cosa consiste il lavoro della sua commissione durante le partite: "Programma i controlli, coprendo la Serie A a tappeto con uno o due test per squadra al termine di ogni partita. I nostri, uno minimo allo stadio a seconda della gara, avvertono l’atleta sorteggiato, lo accompagnano al controllo e non lo perdono più di vista. Il medico della federazione medico sportiva effettua il prelievo che può essere di urine o di sangue. Il nostro lavoro sul campo finisce lì. Nel 2023 sono stati più di 1400 tra prelievi di urine, i più diff usi, e di sangue. Sono stati 1050 'in competizione' e gli altri 'fuori competizione', durante la settimana. Nado Italia, l’organizzazione italiana antidoping, nel 2022 ne ha aggiunti altri 524".

Capua ha ammesso che il doping nello sport è tutt'altro che debellato: "Purtroppo qualche sacca di criminalità ancora resiste. Altrimenti non si spiegherebbe il motivo per cui ogni tanto sorgono dei centri medici illegali, ai quali certi atleti si affidano. C’è un mondo sommerso che le forze dell’ordine contrastano. Forse è ancora vero che il doping corre più veloce, ma come sistema stiamo accelerando".

Sulle sostanze dopanti più diffuse: "Gli anabolizzanti, gli estratti ormonali e le anfetamine, in generale nello sport quelle che danno potenza alla prestazione fisica. L’EPO, tra le più attenzionate fino a qualche anno fa, oggi ad esempio sembra essere stata sconfitta

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile