Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
Live TMW

Fiorentina, Italiano: "Battuta una grande Lazio, ma i rigori sbagliati sono troppi"

Fiorentina, Italiano: "Battuta una grande Lazio, ma i rigori sbagliati sono troppi"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca 2024 @fdlcom
lunedì 26 febbraio 2024, 23:42Serie A
di Dimitri Conti

22.55 - Tra poco Vincenzo Italiano, allenatore della Fiorentina, commenterà in sala stampa dal Franchi la vittoria per 2-1 contro la Lazio.

23.32 - Inizia la conferenza stampa.

Avete vinto con la mossa Bonaventura?
"Abbiamo lavorato bene e provato soluzioni diverse. Volevamo mettere in difficoltà la Lazio, speravamo in una vittoria dopo che per tre anni non eravamo riusciti a battere la Lazio. Oggi Jack è stato riportato un po' più indietro, con Beltran a lavorare alle spalle di Belotti. Abbiamo messo attenzione, furore e qualità. Contro di loro se regali palla ti mettono in difficoltà. Queste sono le mosse che abbiamo cercato di mettere in pratica. Vederle attuate in partita è una grande soddisfazione, siamo contenti di aver battuto una grande squadre e in salute".

Ha visto il vecchio spirito?
"Spesso ci siamo trovati davanti a partite che dovevamo assolutamente vincere e l'abbiamo fatto, oggi era una di quelle. Dovevamo rimanere attaccati alle prime posizioni e dimostrare all'ambiente che siamo uniti e lavoriamo per avere il massimo. Sono tutti presenti nella preparazione della partita. Così la gioia non è doppia ma quadrupla".

Come sta Martinez Quarta?
"Il Chino ha avuto un problemino di coliche renali stanotte, è stato male. Altra defezione importante, ma nessun problema perché Ranieri si è dimostrato pronto e capace di grandi prestazioni".

Fino all'80' non avete fatto cambi.
"Può capitare di avere i dieci di movimento ancora lucidi e freschi e in condizione di arrivare fino al novantesimo. Stavamo benissimo in campo, lavoravamo bene. Una delle preoccupazioni era non concedere loro delle ripartenze micidiali. Sono entrati tutti bene, abbiamo cercato anche di giocare con questo benedetto cronometro e con quei minuti finali che spesso non ci hanno fatto vincere. Ancora dobbiamo crescere ma alla fine bene così".

Il prossimo rigore lo guarderà?
"Proveremo a cambiare qualcosina perché quattro rigori sbagliati (nel 2024, ndr) sono troppi. Oggi abbiamo vinto ma i tre precedenti errori non ci hanno permesso né di far punti né di festeggiare. Dal dischetto è un'opportunità troppo grande per essere fallita, ma oggi Nico aveva tirato bene e vi dico già che il prossimo lo tirerà lui. Mi ha promesso che segnerà, se lo sbaglia sono cavoli suoi (scherza, ndr). Avere i rigori significa che hai presenza dentro l'area, ma certi vantaggi vanno sfruttati".

Cosa si dice alla squadra all'intervallo dopo un primo tempo del genere finito sotto?
"Abbiamo preparato la partita per tenere il pallone più possibile e per non regalarlo alla Lazio. A fine primo tempo ci siamo detti di continuare che in area qualche situazione sarebbe arrivata. Abbiamo mantenuto la strategia iniziale, rimanendo calmi e lucidi, questo ha portato alla vittoria. Serve questo spirito, credere nel lavoro settimanale e in quanto si propone, nonostante qualcosa possa girare storto. Primo tempo straordinario e il secondo anche".

Kayode può arrivare alla Nazionale?
"Quello non lo so, ma se gioca così... Già ha doti fisiche eccelse e può ambire a fare davvero una carriera importante. In altre situazioni non mi era piaciuto ma così può mettere in difficoltà anche avversari come Felipe Anderson e Zaccagni oggi. Quando va così significa che sei maturo, però deve tenere i piedi saldi a terra, lavorando forte e senza cali di concentrazione. Quando li ha diventa normale".

23.42 - Termina la conferenza stampa.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile