Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

TMW - Giuntoli: "Futuro? Non voglio parlarne, ora sono il ds del Napoli. Spalletti straordinario"

TMW - Giuntoli: "Futuro? Non voglio parlarne, ora sono il ds del Napoli. Spalletti straordinario"
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 29 maggio 2023, 16:45Serie A
di Daniel Uccellieri
fonte da Coverciano, Niccolò Ceccarini, Lorenzo Marucci e Alessio Del Lungo

Cristiano Giuntoli, attuale direttore sportivo del Napoli, ha parlato da Coverciano a margine dell'evento "Inside the Sport 2023, il calciomercato tra business e passione".

"Sono felice ed emozionato di essere qui. Ricevere un premio qui, nel tempio del calcio, è sempre una grande emozione. Spalletti ha fatto davvero un numero straordinario, voleva assolutamente questo risultato. L'anno scorso abbiamo creato le basi per fare questo grande Napoli. Grande meriti vanno a lui, oltre che ai ragazzi e alla proprietà. Si parla tanto di giochisti e risultatisti, quest'anno ha toccato il massimo fra la bellezza e la semplicità, fra il palleggio e la verticalità. L'ha cercato, i ragazzi sono stati bravissimi, sono grandi giocatori, ma Spalletti ha fatto davvero un numero straordinario. Grazie Luciano.

Al Napoli, dopo gli addii illustri, sono arrivati giocatori come Kvaratskhelia, che non erano conosciuti. Si dice che lei vede qualcosa prima degli altri
"Non ci sono segreti. I calciatori che abbiamo preso li conoscevano anche altri, noi abbiamo avuto il coraggio e la tempestività di prenderli al momento giusto, questo è frutto di una grande collaborazione che c'è all'interno del Napoli, abbiamo lavorato gomito a gomito con Spalletti. Sono andati via dei grandi calciatori, lo scorso anno abbiamo avuto infortuni importanti per lunghi periodi altrimenti anche l'anno scorso avremmo potuto dire la nostra".

Cosa succede nel suo futuro?
"Per adesso voglio solo parlare del passato. Quando si prende un premio, si prende per quanto fatto in passato. In futuro vedremo se sarà bravo per prenderne altri".

Come funziona la sua rete di osservatori?
"Adesso ci sono degli strumenti che permettono a tutti di conoscere certi giocatori. La differenza l'ha fatta il tempismo e il coraggio di prenderli al posto di mostri sacri. In questo momento tutti sanno tutto. La difficoltà è sempre il momento. Noi abbiamo dovuto abbassare il monte ingaggi ma abbiamo fatto di necessità virtù. Mantenendo la qualità è venuto fuori quello che è venuto fuori, ma il grande merito va a Luciano Spalletti".

Come si fa a trattenere una stella?
"Con i rapporti. Il bene dei propri tesserati è il bene del club, per mantenere l'umore alto dobbiamo capire lo stato d'animo degli altri".

Che giudizio dà alla città Napoli?
"Noi che viviamo il calcio, purtroppo non viviamo tantissimo la città. Andiamo la mattina al campo, usciamo la sera. Napoli ti dà qualcosa di diverso a livello di calore, è una piazza incredibile che trasmette grandissimo entusiasmo. Città bellissima e straordinaria per quello che di può trasmettere".

Futuro?
"Non voglio parlarne, oggi sono il DS del Napoli e manca ancora una settimana al termine del campionato".

(Interviste video)
Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile