Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw radio

Di Gennaro: "Nessuno come Mourinho se c'è da entrare nella testa dei giocatori"

TMW RADIO - Di Gennaro: "Nessuno come Mourinho se c'è da entrare nella testa dei giocatori"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Lorenzo Marucci
giovedì 26 maggio 2022, 19:56Serie A
di Dimitri Conti

L'ex centrocampista Antonio Di Gennaro, opinionista di TMW Radio, è intervenuto in diretta su Stadio Aperto con Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini: “Su Mourinho si può dire di tutto ma ha dimostrato di essere intelligente sia da comunicatore che da tattico che a livello umano. Ha ottenuto ciò che voleva, puntava a vincere questa Conference, con la quale ha riacceso entusiasmi. Può essere il preludio per qualcosa di diverso e per alzare l’asticella. Dico no al ridimensionamento di questa vittoria”.

C’è chi critica il modo in cui hanno vinto.
“Le finali spesso finiscono per essere brutte. Quest’anno, quando ha visto problemi, si è messo a tre dietro. Quando mai l’aveva fatto prima? Non ha mai fatto vedere un gioco alla Guardiola, ma un allenatore fa anche in base all’organico che ha. Mourinho è uno che vince, per farlo ci sono tanti modi. Come entra lui nella testa dei giocatori, nessuno”.

Cosa significa il gol di Zaniolo?
“Il gol di ieri è importante: chi fa la differenza segna in queste partite. Con la forza delle gambe è arrivato su quel pallone, questo deve essere”.

Come vedrebbe Mkhitaryan all'Inter?
"Può fare tutto, lo prenderei subito. Se l'Inter lo prende a zero fa un acquisto importante, servono giocatori di qualità per completare la rosa e Mkhitaryan è forte e intelligente. Non so cosa faranno con Lautaro ma uno come lui è difficile da trovare".

L'Inter sarebbe un ridimensionamento per Dybala?
"Dybala è andato via per un discorso tattico, l'abbiamo capito. L'Inter gli garantisce sia il contratto che la possibilità di tornare su certi livelli. Alla Juventus era uno dei più forti, per talento: parliamo di un giocatore forte".

Alla fine ha vinto il Milan.
"Devono essere d'esempio per le altre società per come hanno vinto questo Scudetto. Hanno investito e lavorato bene, lavorando in prospettiva".

In attacco basta Origi?
"Direi di no, visto che Ibrahimovic è un punto interrogativo per il futuro. E poi va capito se Leao rimane... Un altro attaccante secondo me serve".

Sabato la finale di Champions League.
"Il Liverpool ti fa abbassare ma negli spazi il Real Madrid è pericolosissimo. Siamo in una finale e i Blancos ne hanno vinte diverse, seppure mi sembra che i Reds abbiano qualcosina in più".

Primo piano
TMW Radio Sport