Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Fabio Ravezzani: "Dopo il 2006 il calcio italiano è precipitato negli abissi"

Fabio Ravezzani: "Dopo il 2006 il calcio italiano è precipitato negli abissi"TUTTOmercatoWEB.com
venerdì 25 marzo 2022, 06:48Altre Notizie
di Redazione TMW

Il direttore di Tele Lombardia, Fabio Ravezzani, ha commentato attraverso Twitter il fallimento azzurro contro la Macedonia del Nord, ecco alcune sue riflessioni:


La verità è che il calcio in casi particolari e irripetibili premia calciatori e allenatori mediocri facendogli vincere competizioni incredibili. Noi questo siamo stati. E sempre il calcio a volte punisce i mediocri oltre i loro limiti. Tutto qui. E ora buona caccia ai colpevoli.
Esistono, nel calcio, alchimie inspiegabili per cui un gruppo dà più della somma tecnica di chi lo compone. Un brillare unico e improvviso. Ma spesso accade il contrario e c’è solo un modo per venirne fuori: il campione che con un colpo inverte l’inerzia. Quello che a noi manca.
Sarà solo un caso, ma dopo Calciopoli (2006) il calcio italiano è precipitato negli abissi.
Visto e rivisto ore dopo il gol preso da Donnarumma mi è venuto questo pensiero. Lo avrebbero subìto 99 portieri su cento. Però qualcuno ci aveva fatto credere che lui fosse il centesimo.
Invece è solo uno (pur bravissimo nelle parate d’istinto) dei 99.

E poi commenta:

L’incredibile assenza di vergogna di chi, dopo aver celebrato entusiasticamente gli Europei 8 mesi fa, ora sostiene che il nostro calcio vada rifondato. Ovvio che avrebbe esaltato anche un’eventuale vittoria con la Macedonia. E se andasse rifondato prima un certo giornalismo?