Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Lukaku torna di corsa ma il mondiale non riscatta l'attacco dell'Inter: tre musi lunghi

Lukaku torna di corsa ma il mondiale non riscatta l'attacco dell'Inter: tre musi lunghiTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 3 dicembre 2022, 08:45Serie A
di Ivan Cardia

Meglio non andarci, questo no. Di Edin Dzeko non si può dire che sorrida, perché il centravanti dell'Inter sarebbe ben più volentieri volato in Qatar con la sua Bosnia. Dei quattro attaccanti a disposizione di Simone Inzaghi, però, l'ex Roma è quello che, almeno, dai Mondiali non ha avuto un contraccolpo.

Lukaku torna di corsa, col muso. Big Rom è finito sul banco degli imputati per l'eliminazione del Belgio. Non proprio corretto, visto il poco spazio a disposizione e la facile previsione che la forma sarebbe stata approssimativa. A smaltire le scorie ci metterà un po', nel frattempo è pronto a tornare il più velocemente possibile in Italia. Non a Malta, considerato che i compagni partiranno domani, ma nel frattempo lavorerà da solo alla Pinetina e la voglia di tornare anche con l'Inter al 100 per cento è tanta.

Correa out, Lautaro ha perso il posto. A proposito di musi lunghi, realistico ce l'abbia il Tucu, che la rassegna iridata la sta seguendo dalla televisione dopo averla sfiorata da vicinissimo. L'unico in corsa resta Lautaro Martinez, che però sembra aver perso il posto: la rete di Julian Alvarez contro la Polonia sembra aver messo il puntero del Manchester City in prima fila nelle scelte di Scaloni. A far sorridere gli altri, ci dovrà pensare Inzaghi. Il Toro, quantomeno, ha ancora tempo per riprendersi il mondiale.

Primo piano
TMW Radio Sport