Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Fiorentina, l'esordio in Conference con la gara più dura del girone. Senza il leader Bonaventura

Fiorentina, l'esordio in Conference con la gara più dura del girone. Senza il leader BonaventuraTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 21 settembre 2023, 08:30Serie A
di Dimitri Conti

Arriva il momento dell'esordio europeo per la Fiorentina, con l'obiettivo di scrivere una nuova storia di successi in Conference League ma che possa avere un finale differente rispetto alla passata edizione, sfuggita delle mani di Italiano e dei suoi ragazzi all'ultimo secondo dell'ultimo atto. A fare festa fu il West Ham, in questa edizione se possibile le avversarie sono anche peggiori per difficoltà, ma dalla loro i viola hanno un anno in più di partecipazione al torneo e rinnovate ambizioni di arrivare lontano.

Per farlo, potrebbe essere utile cominciare con il piede giusto contro il Genk. Sulla carta i belgi sono l'avversaria più tosta del raggruppamento e togliersi subito il dente del confronto in casa loro potrebbe risultare un elemento d'aiuto per la Fiorentina. La scorsa Conference cominciò male per la Fiorentina, fermata in casa sul pari dai modesti lettoni dell'RFS e nella partita successiva travolti 3-0 a Istanbul dal Basaksehir. Servirà un approccio diverso con la competizione e il proprio girone, per i toscani.

La prima avversaria sarà dunque il Genk, ma che squadra sono i nerazzurri del Belgio? Un gruppo di calciatori che predilige giocare lungo e che fa del proprio portiere, il talentuoso Vandevoordt, il primo regista. Mister Vrancken, un po' come Italiano, predilige l'uso delle fasce e degli attaccanti esterni e fa del pressing immediato un vero e proprio marchio di fabbrica.

Non ci sarà uno dei leader della Viola, il trequartista Bonaventura fermato da un acciacco rimediato domenica scorsa con l'Atalanta. Per sostituirlo uno tra Infantino e Barak o il ritorno al centrocampo a tre, magari coinvolgendo uno tra Duncan e Lopez, in attesa dell'esordio. A chiunque dovesse toccare, il comandamento dell'allenatore è chiaro: ci vorrà reattività e prontezza, servirà cominciare con un passo differente dalla Conference 2022/23.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile