Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Il retroscena su Theo centrale. I predecessori sono tanti, ma l'evoluzione può aspettare

Il retroscena su Theo centrale. I predecessori sono tanti, ma l'evoluzione può aspettareTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 4 dicembre 2023, 07:30Serie A
di Antonello Gioia

La cosa migliore della prestazione di Theo Hernandez da difensore centrale in Milan-Frosinone l'ha fatta il giorno prima della partita, proponendosi a Pioli, durante la rifinitura, come alternativa al 2005 Simic in un ruolo in cui, in questo momento, i rossoneri contano il solo Tomori: "È stata una idea sua", ha rivelato il tecnico rossonero nel post gara, confermando che la disponibilità e il senso di appartenenza del 19 francese non mancano.

Ottima prestazione
E poi c'è stata anche la prestazione sul campo: molto buona, precisa, soprattutto attenta e concentrata; Theo si è ben comportato nel nuovo ruolo, aiutato anche da un attacco del Frosinone decisamente sterile nella serata di ieri. Poi sempre partita era, sempre Serie A è, sempre ruolo non suo è, ma il livello dei grandi calciatori si misura anche dal saper aiutare la squadra nei momenti di grave difficoltà e di rendere oltre la normale linea di galleggiamento. Il francese ha interpretato il ruolo in maniera personale, senza disdegnare uscite palla al piede (su una ha fatto ammonire Barrenechea e su un'altra ha dato un ottimo pallone in area a Reijnders) e sortite offensive, come sul cross per Jovic che ha generato poi la sponda per il gol di Tomori, simile a uno nel primo tempo sul secondo palo non sfruttato a dovere da Chukwueze.

I predecessori
La notizia, dunque, è che il Milan potrà contare anche su Theo Hernandez difensore centrale nelle prossime partite. Sono tanti, d'altronde, i predecessori illustri del francese, passati, con ottimi risultati, da terzino a centrale: c'è Sergio Ramos, nato terzino destro al Siviglia e issatosi al Real Madrid come uno dei centrali migliori della storia, c'è Alaba, nato centrocampista e poi terzino sinistro al Bayern Monaco e poi arrivato al Real per essere l'erede di Ramos, c'è Chiellini, cresciuto come terzino sinistro e divenuto eccezionale marcatore d'area di rigore; c'è anche Paolo Maldini, il miglior terzino sinistro della storia, che sapeva ottimamente disimpegnarsi anche da centrale. Maglia e rapporto fanno facile il paragone Theo-Maldini, ma non è questo il caso: l'evoluzione del 19 francese - nel caso ci sarà - non sarà una cosa rapida, anche perché Theo è già uno dei terzini sinistri migliori al mondo.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile