Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Le pagelle della Lazio - Immobile risponde a Sarri, ecco il miglior Isaksen biancoceleste

Le pagelle della Lazio - Immobile risponde a Sarri, ecco il miglior Isaksen biancocelesteTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 28 novembre 2023, 20:46Serie A
di Dimitri Conti

Risultato: Lazio - Celtic 2-0

Provedel 6 - L'unico tiro del Celtic nel primo tempo è quasi un passaggio, gli mette più paura un tocco maldestro di Gila. Poco lavoro, quasi nulla, anche nel secondo.

Lazzari 6 - Non è il solito trenino cui ha abituato nei suoi anni migliori, ma da quando fa il terzino sembra aver trovato anche una nuova maturità. Quella mostrata col Celtic.

Patric 6,5 - Agli occhi di Sarri vale i migliori difensori al mondo, ci rinuncia mal volentieri. Sempre centrato, solo una follia dell'arbitro rischia di rovinargli la serata.

Gila 6 - Rimasto un po' indietro nelle gerarchie della difesa, ha l'occasione per provare a impostare la risalita. Fa correre un brivido sulla schiena di Provedel, ma solo quello.

Marusic 6 - Agendo a sinistra, sul lato del suo piede debole, non ha praticamente mai occasione di arrivare sul fondo in maniera pulita. Predilige quindi la fase difensiva.

Guendouzi 6,5 - Il più in palla tra i tre centrocampisti messi dal 1' da Sarri è lui, lo fa capire già dopo pochi minuti. Mette una palla al bacio sulla testa di Anderson, non sfruttata.

Rovella 6 - Preferito al regista di Champions usuale, Vecino, vuole dimostrare la bontà della scelta al suo tecnico. Lo fa solo in parte: la personalità c'è, la pulizia non ancora.
Dal 79' Cataldi sv.

Luis Alberto 6 - Al centro della scena praticamente in ogni momento in cui la Lazio si affaccia in avanti, prova a ergersi da protagonista ma gli riescono meno giocate del solito.
Dall'84' Kamada sv.

Isaksen 7 - Primo ad accendersi del match, il linguaggio del corpo racconta la voglia di incidere che ha dentro. E ci riesce: c'è il suo zampino su entrambi i gol. La sua miglior partita alla Lazio.

Castellanos 5,5 - Incarna la nuova rivoluzione sarriana, quella che non prevede Immobile. Almeno non da protagonista. Il momento del colpo di stato in attacco è però rinviato.
Dal 61' Immobile 8 - Un'ora a guardare i compagni, quindi tocca a lui. Combatte il declassamento come meglio sa fare: a suon di gol, due e decisivi. Il suo tempo non è finito.

Felipe Anderson 5,5 - A destra da una vita, stasera tocca tornare sul lato del piede debole. Va alto di testa da ottima posizione, un errore che sporca un resto di partita decente.
Dal 61' Pedro 6 - Uomo dei gol pesanti, mettendolo Sarri cerca anche un pizzico di magia. Non arriverà, ma comunque - come nelle cabale - la vittoria sì.

Maurizio Sarri 6,5 - Due sorprese in formazione, una enorme con l'esclusione dai titolari di Immobile a cui preferisce il Taty Castellanos. La Lazio parte forte ma dopo una decina di minuti ad alto ritmo si sgonfia progressivamente. Butta dentro Immobile dopo un'ora e si rivela la scelta giusta. Il suo centravanti lo accompagna verso gli ottavi e gli manda un messaggio: per rinunciarvi, dovrà avere dei motivi più seri.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile