Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCesenaFrosinoneLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw radio

Sconcerti: "Juve, ko pesante nell'aria da tempo. Allegri è rimasto indietro"

TMW RADIO - Sconcerti: "Juve, ko pesante nell'aria da tempo. Allegri è rimasto indietro"TUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 24 novembre 2021, 16:36Serie A
di TMWRadio Redazione

A parlare delle italiane in Champions a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, è stato il direttore Mario Sconcerti.

Juventus, ko pesante. A chi vanno date le colpe?
"Il problema è che gli Scudetti vinti non è stata questa squadra a vincerli. Era una Juve diversa. Il gioco della Juve non consentiva di fare un gol. Era nell'aria una serata così, perché è molto tempo che la Juve si approfitta di un modulo senza dare qualcosa. Non ci sono i giocatori adatti per costruire gioco. Il Chelsea è una squadra strana, da quando le manca Lukaku porta tanti giocatori al gol, ben 15".

Manca la qualità dei giocatori?
"Non assoluta, ma nella partita. Se hai un attacco con Chiesa e Morata che vanno per i fatti loro, non hai un reparto. Neanche quelli in mezzo ti fanno un reparto serio. Il Chelsea giocava rapidamente e con tanti uomini. Credo che la Juventus sia molto sotto al Chelsea. Ed è questo che spaventa, la differenza che c'è tra le due. E poi credo che Allegri sia rimasto un po' indietro. Oltre alla qualità non europea della Juve, c'è un allenatore un po' rimasto indietro".

Troppe critiche ad Allegri?
"Di Allegri sono sempre stato un estimatore. Ho sempre pensato che lui non abbia scelto di giocare così, perché la sua squadra nasce con Chiesa, Morata e Dybala, più Cuadraro all'ala e con Danilo. Ma tutto questo è stato abbandonato presto perché si è reso conto che non ha la squadra corretta. Non credo sia contento di fare catenaccio in Europa. E' un modo moderno di fare calcio all'italiana. Sono convinto che consideri una necessità giocare tutti in difesa".

Napoli, che ne pensa delle assenze di Osimhen e Anguissa?
"Sta recuperando Demme, quindi Anguissa può essere sostituito così. Ho cercato di capire quanti punti può pesare l'assenza di Osimhen. Ebbe un campionato simile a questo, con un infortunio che lo fermò quasi lo stesso periodo. Il Napoli in 18 partite fece 35 punti, una media di 1,94 a partita. Con Osimhen nelle ultime dieci partite fece 2,4. Se dovesse rimanere fuori 90 giorni, rimarrebbe fuori 13 partite. E costerebbero 5-6 punti in meno al Napoli".

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2022 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000