Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Serie B, Balata: "Risorse diritti tv della A ad altre federazioni sportive? Colpito il calcio"

Serie B, Balata: "Risorse diritti tv della A ad altre federazioni sportive? Colpito il calcio"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di TuttoSalernitana.com
martedì 26 luglio 2022, 15:40Serie B
di Tommaso Maschio
fonte dall'inviato Ivan Cardia

Il presidente della Lega B Mauro Balata ha parlato dopo l'assemblea di lega facendo il punto della situazione soffermandosi in particolare sullo strumento dell'apprendistato e su alcune problematiche: “È stata un’assemblea ricca, ma mi soffermerò solo su un tema che ritengo di urgenza e lo stiamo segnalando anche alla FIGC e a tutte le componenti del consiglio federale. Ragionando sullo strumento dell’apprendistato professionalizzante ci siamo accorti che è stata inserita una previsione che ci ha colpito e sorpreso: attiene alla mutualità del sistema, cioè alle risorse provenienti dai diritti TV della Serie A, e prevede che una parte di queste risorse possano essere destinate anche ad altre federazioni sportive. Una norma di questo tipo colpisce il mondo del calcio e in modo particolare la Serie B. Abbiamo chiesto alla FIGC, che peraltro era presente nelle commissioni cultura di Camera e Senato, di porre questo tema all’ordine del consiglio federale che si terrà il 28 luglio”.

Avete una stima?
“No, perché è una previsione generica completamente avulsa dal sistema. Noi riteniamo che su un tema così rilevante tutto il mondo del calcio debba sollevare un urlo di dolore, soprattutto in una fase storica ed economica come quella che stiamo vivendo”.

C’è l’appoggio della Serie A?
“Sicuramente, contiamo sul loro appoggio per abrogare questo che crediamo essere stato un malinteso”.

Sul discorso licenze nazionali?
“Se ne discuterà il 28, noi abbiamo mandato le nostre proposte, riteniamo che ci debbano essere strumenti e presidi omogenei per tutte le categorie”.

Sulla riforma dei campionati?
“Una delle cose che abbiamo chiesto è di portare avanti una riforma dei campionati italiani. Una riforma che è stata portata più volte alla nostra attenzione, che faceva parte del programma elettorale del presidente Gravina, che faceva parte di un documento che nell'ottobre del 2021 è stato spedito a tutte le leghe e che noi abbiamo approvato all'unanimità. I temi dello sviluppo del calcio italiano e della sostenibilità devono vedere finalizzata questa riforma, e proprio sulla sostenibilità ribadisco che non è possibile che la B subisca tre retrocessioni con tre promozioni. C'è poi il discorso anche delle Seconde Squadre, non si può pensare che abbiano il diritto alla promozione in serie cadetta: la Lega B abbraccia tutto il territorio, grandi e importanti città, territori storici, non è giusto ci sia questa possibilità. Se altre leghe ritengono giusto proseguire con questo progetto lo faccia, ma senza incidere su quelle che sono le nostre caratteristiche, la nostra storia e i nostri diritti".

Che stagione si aspetta?
"Veniamo da una stagione avvincente e questo che verrà sarà un grande campionato, con tante piazze storiche. Immaginiamo sarà altrettanto, se non ancora di più, avvincente, c'è su di noi tanto interesse".