Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

L'Inter omaggia Brehme e vince il primo tempo con l'Atletico. Arna-gol, Thuram preoccupa

L'Inter omaggia Brehme e vince il primo tempo con l'Atletico. Arna-gol, Thuram preoccupaTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 21 febbraio 2024, 00:56I fatti del giorno
di Ivan Cardia

Il 20 febbraio 2024 non resterà una giornata qualsiasi nella storia dell'Inter, e non per la gara che i nerazzurri hanno vinto in serata. Nel corso della mattina, difatti, la BeneAmata ha dovuto salutare anzitempo Andreas Brehme, uno dei grandi protagonisti dello scudetto dei record. Lo ha omaggiato come meglio poteva, giocando a calcio oltre al lutto al braccio e al minuto di silenzio - e di applausi - tributato da San Siro.

1-0 all'Atletico Madrid. Il primo atto è nerazzurro. La gara di andata degli ottavi di finale di Champions League finisce infatti di misura, grazie alla rete di Marko Arnautovic. L'austriaco non è entrato benissimo in partita, anzi, ma si è fatto trovare al momento giusto. È un gol che pesa tantissimo, al termine di una partita faticosa e poi dominata, ma solo sotto il profilo del gioco, dai padroni di casa. Che al ritorno, il 13 marzo a Madrid, dovranno difendere un risultato statisticamente tra i più difficili da rimontare in campo europeo.

Barella il migliore, De Paul lo ricordavamo diverso. La palma di MVP non va ad Arnautovic, ma al centrocampista sardo: 7,5 in pagella per premiare un secondo tempo da incorniciare. Il peggiore è nelle fila dei colchoneros: 4,5 a Reinildo, ma pure De Paul, Babbo Natale per i giocatori nerazzurri con troppi passaggi a vuoto, lo ricordavamo diverso in Italia.

La nota stonata in casa Inter è l'infortunio di Marcus Thuram. L'attaccante francese è uscito malconcio all'intervallo. Il primo report parla di una contrattura all'adduttore della coscia destra: serviranno esami più approfonditi, ma per quello che Tikus rappresenta in questa squadra il timore di perdere un pezzo essenziale è altissimo.

Le parole di Inzaghi e Simeone. Di Thuram parla così Simone: "Qualcosina c'è stato, nei prossimi giorni farà degli accertamenti più approfonditi. La speranza è quella di perderlo per poco tempo - dice il tecnico nerazzurro in conferenza stampa, per poi concentrarsi sul successo dei suoi - abbiamo fatto una grande gara, perché chiaramente dovrò rivederla ma la prima impressione è che abbiamo concesso poco. La squadra avrebbe meritato, per quanto fatto, un punteggio più rotondo". Crede nella remuntada il suo avversario: "Sono ottimista, è vero che abbiamo perso stasera ma abbiamo la possibilità di fare bene al ritorno. Sappiamo come giocano e cercheremo di affrontarli nella miglior maniera possibile - sostiene Diego Simeone - abbiamo perso alcuni palloni inutili e loro sono molto bravi nel recupero. Credo che abbiamo giocato bene: nel primo tempo abbiamo giocato bene, senza creare grandi occasioni da gioco. Nel secondo ci abbiamo provato di più, c'è stata anche l'occasione di Morata alla fine. Nel complesso, abbiamo fatto bene, contro un'avversaria che sarà molto complicata da affrontare anche al ritorno, dove speriamo di fare meglio".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile