Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
esclusiva

Schillaci: "L'Inter ha l'imbarazzo della scelta: supera questa Juve in tutto"

ESCLUSIVA TMW - Schillaci: "L'Inter ha l'imbarazzo della scelta: supera questa Juve in tutto"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Fabrizio Ponciroli
mercoledì 11 maggio 2022, 10:45Serie A
di Marco Conterio

Il primo pensiero di Salvatore Schillaci, leggenda del calcio italiano e delle Notti Magiche del 1990, è per un amico, per un fratello, più che per un ex compagno di squadra. E' per Stefano Tacconi che in questi giorni è stato colpito da un aneurisma e che è ora ricoverato in gravi condizioni. "Sono molto triste -spiega Schillaci a Tuttomercatoweb.com-: sono in contatto tutti i giorni con Andrea. Per me Stefano è stato un punto di riferimento nella Juventus, un fratello. Con lui ho sempre condiviso tutto, spero che si possa riprendere il prima possibile. E' stato una leggenda ed è una vera tristezza. Sono molto triste per la sua condizione: è un fratello che sta lottando per la vita".
Il vostro è stato un legame più forte del calcio.
"E' stato il mio riferimento, il mio capitano. C'è stato subito feeling, mi ha accettato come un grande fratello. Mi ha consigliato, nella Juventus, in Nazionale e questa amicizia è continuata sempre. Spesso andiamo fuori insieme nei club della Juventus, ci incontriamo e c'è un grande affetto che ci legherà per sempre".

Passiamo al campo: oggi sarà Inter-Juventus, finale di Coppa Italia.
"Sarà una partita aperta, è difficile fare un pronostico. La Juventus è ritrovata, l'Inter adesso c'è: sono squadre importanti e pronte. E' un pronostico difficile".
Da uomo d'area, da attaccante doc: che ne pensa dei due reparti?
"L'Inter ha l'imbarazzo della scelta: questa concorrenza stimola i giocatori ed è messa meglio della Juventus come organico. In questa stagione ha un parco superiore ai bianconeri un po' su tutto"
Solo come titolari?
"Anche come riserve, credo, in tutto".
La Juve vuole migliorarsi in futuro e pensa a Zaniolo della Roma
"Zaniolo mi piace molto: è forte fisicamente, anche se dovrebbe cambiare carattere. Dovrebbe stare più tranquillo ma fisicamente c'è, ha un grande futuro".
Di Raspadori del Sassuolo che pensa?
"Non lo abbiamo mai visto in una squadra di grande livello, non sappiamo alla prova del nove come potrà andare".
Avrebbe mai fatto partire Dybala?
"Sono scelte della società. Serve considerare che Dybala è un giocatore importante, forte, ma c'è da vedere che anche quest'anno ha avuto parecchi infortuni. Non so se lo avrei confermato, dipende sempre dai club: serve entrare nella mente della proprietà. La Juve non fa andar via i suoi giocatori così, avrà avuto i suoi buoni motivi. E' forte, a volte fa la differenza ma serve vedere anche il suo percorso atletico e fisico".

© Riproduzione riservata