Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Le cose Semplici pagano: così lo Spezia ha cambiato marcia e ora punta la salvezza

Le cose Semplici pagano: così lo Spezia ha cambiato marcia e ora punta la salvezzaTUTTO mercato WEB
sabato 25 marzo 2023, 08:30Serie A
di Niccolò Pasta

Il ko di una settimana fa a Reggio Emilia contro il Sassuolo ha chiuso il mini-ciclo sulla panchina dello Spezia di Leonardo Semplici, che dopo tre risultati utili in fila si è dovuto arrendere ai neroverdi di Dionisi. Ma l'impatto nella società ligure del nuovo tecnico, chiamato a sostituire Luca Gotti, è stato più che positivo. Il pareggio, in rimonta, con l'Udinese, lo 0-0 (con palo colpito) nel vitale scontro diretto con il Verona e soprattutto il successo contro l'Inter, che ha riportato i tre punti in casa alle Aquile dopo sei mesi e un balzo in avanti in classifica che, ha aumentato il gap dalla zona rossa agli attuali cinque punti.

Le cose Semplici pagano
E dire che Semplici non ha rivoluzionato la sua rosa. Un solo cambio, dal 3-5-2 mal digerito dalla squadra al 4-3-3, che nelle scorse due stagioni è valso due salvezze alla squadra ligure, senza nemmeno troppi grattacapi. Semplici ha voluto prima di tutto restituire fiducia ad un gruppo che sembrava aver perso la consapevolezza delle proprie qualità, alleggerendo un clima che si stava facendo troppo pesante e chiamando a raccolto il pubblico spezzino, più volte definito fondamentale per la corsa salvezza delle Aquile. Il risultato ha portato a cinque punti in quattro partite e un +5 che a undici giornate dalla fine del campionato non permette allo Spezia di dormire sonni tranquilli, ma non crea ulteriori pressioni. La strada da percorrere è ancora lunga, ma di allenamento in allenamento la squadra riesce ad apprendere le nozioni trasmesse da Semplici e dal suo staff. Buon calcio, aggressione, sofferenza, personalità: questa la strada segnata. Solo così lo Spezia potrà raggiungere il suo obiettivo.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile