Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Solo Lautaro ci prova, l'Inter non sfonda contro la Sampdoria. 0-0 alla fine del primo tempo

Solo Lautaro ci prova, l'Inter non sfonda contro la Sampdoria. 0-0 alla fine del primo tempoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 22 maggio 2022, 18:49Serie A
di Andrea Losapio

Primo tempo di sonnolenza per l'Inter contro la Sampdoria, perché lo 0-0 è il risultato più giusto, mentre da Reggio Emilia arrivano le notizie del tris del Milan. Alla fine l'unica grande occasione è quella che arriva a cinque minuti dalla fine, con Barella che recupera la sfera e la gestisce su Lautaro, che scarica con foga ma trovando i guantoni di Audero. Anche un po' di nervosismo sul finale, anche per la frustrazione di uno Scudetto perso nella sconfitta contro il Bologna.

L'Inter mantiene la propria supremazia territoriale, senza però riuscire a trovare il bandolo della matassa. La Sampdoria tende a difendersi senza il furore della ripartenza. Così la prima vera occasione dell'Inter arriva a metà tempo, quando Lautaro di testa si avvita, sul cross di Perisic, andando a pochi centimetri dal palo, con Audero oramai battuto. L'attacco nerazzurro però è abbastanza sterile, con Lautaro e Correa che spesso si pestano i piedi - e partono un pelo troppo vicini - anche se la Samp non riesce a costruire grandi occasioni da rete.

Così la partita resta bloccata, con poche emozioni e solo l'orecchio teso a Reggio Emilia, dove il Milan già vince 2-0 con gol di Giroud. Appena dopo la mezz'ora Lautaro calcia a botta sicura da pochi passi, ma trova Ferrari che copre la sua conclusione, così come sul rimbalzo Calhanoglu trova Yoshida che copre il suo tentativo dal limite dell'area. Il senso delle ruote sgonfie arriva al terzo gol del Milan, con lo stadio che canta molto meno rispetto all'inizio. L'Inter non riesce a sfondare ma non ci riesce nemmeno con troppa foga, ben sapendo che la situazione appare oramai disperata per lo Scudetto. Così, ancora una volta, supremazia territoriale ma incapacità di sfondare.

Primo piano
TMW Radio Sport