Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Durante: "Che emozione tornare a Marassi da giocatrice professionista. E con l'Italia"

Durante: "Che emozione tornare a Marassi da giocatrice professionista. E con l'Italia"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
venerdì 7 ottobre 2022, 12:34Calcio femminile
di Tommaso Maschio

Dopo 15 anni Francesca Durante tornerà sul terreno di gioco di Marassi, lo stadio della sua Genova, ma questa volta vestendo panni diversi. Se allora la portiera azzurra era solo una bambina, l’unica, che accompagnava i giocatori della Nazionale allenata da Donadoni, ora è una calciatrice professionista che difende i pali dell’Inter e dell’Italia: “A me toccò Ambrosini, avevo 10 anni e fu una serata molto emozionante. Adesso torno al Ferraris, ma stavolta lo faccio da giocatrice professionista. - esordisce Durante in un’intervista rilasciata al Secolo XIX - Mio padre è sampdoriano e a quattro anni mi portò a vedere Samp-Bologna, c'era anche mio fratello, che però si è addormentato durante la partita mentre io sono rimasta affascinata dai tifosi, dallo stadio. E dal calcio. Così ho iniziato e non ho più smesso. Il calcio mi è sempre piaciuto, ho sempre voluto diventare una calciatrice di alto livello anche se non pensavo che potesse diventare un lavoro. Ora invece col professionismo posso vivere giocando a calcio. Questo significa avere maggiori diritti e maggiori doveri, avere maggiore tutela, significa avere una pensione quando si smetterà di giocare. Ora dobbiamo crescere dal punto di vista delle strutture e dell'organizzazione, siamo ancora indietro. Ma sono stati fatti passi avanti importanti, ora bisogna continuare - continua Durante parlando dei suoi ricordi azzurri - L'esordio in Nazionale ma anche il match con la Norvegia nell'Algarve Cup. Poi il Mondiale Under 17 che resta il mio ricordo più bello da quando gioco a calcio. Sono molto emozionata per lunedì sera, in tribuna ci sarà la mia famiglia. Fare parte della Nazionale è un grande onore e il Brasile è una squadra forte, il modo giusto per iniziare a prepararci in vista del Mondiale”.