Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Spalletti, anche il bastone dopo il 2-1. E un messaggio: "Vincere? Conta giocar bene"

Spalletti, anche il bastone dopo il 2-1. E un messaggio: "Vincere? Conta giocar bene"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 16 giugno 2024, 09:15Euro 2024
di Raimondo De Magistris
fonte Dal nostro inviato al BVB Stadion di Dortmund

Luciano Spalletti non è apparso pienamente soddisfatto della prestazione dell'Italia al termine della gara vinta 2-1 contro l'Albania. Il commissario tecnico nel corso della conferenza stampa ha più volte sottolineato l'incapacità della sua squadra di chiudere una partita a larghi tratti dominata. Una incapacità che nel finale - non ci fosse stato l'intervento di Donnarumma - il diagonale di Manaj avrebbe potuto trasformare in beffa: "Ci sono cose da migliorare: ci sono situazioni in cui ci siamo piaciuti troppo, sulla cattiveria dobbiamo lavorare e fare meglio. I ragazzi l'hanno giocata in maniera corretta, poi è vero: è troppo poco un 2-1 dopo questa partita perché in fondo rischi con una pallata buttata dentro l'area di rigore. Abbiamo trovato tante volte l'uomo dietro la linea di pressione, ma a quel punto devi andare a puntare la linea difensiva e invece spesso siamo rimasti a giocarla, siamo andati indietro".

A Spalletti è stato poi chiesto se crede che la sua squadra possa vincere questo campionato Europeo. E il commissario tecnico, consapevole che nel torneo ci sono squadre più forti dell'Italia, ha indicato quella che a suo avviso è l'unica strada possibile: "Tutti mi dicono la stessa cosa, anche i miei dirigenti di adesso: 'Mister, l'importante è vincere..." Da quando ho iniziato ad allenare i bambini l'importante è vincere. No, non sono d'accordo: l'importante è giocare bene. Per diventare l'allenatore della Nazionale c'è una strada sola, quella del gioco. Bisogna giocare a calcio, altrimenti ci sono squadre di livello superiore. Se tu vai a giocare con le stesse cose delle squadre di livello superiore loro vincono. A noi ci salva solo il gioco ed essere squadra, altrimenti non riusciamo ad essere del livello del calcio europeo. Poi è chiaro che dopo aver giocato bisogna anche essere cattivi, fisici, però questa è la strada corretta per poter sognare qualcosa".

CLICCA QUI per la conferenza stampa integrale di Luciano Spalletti.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile