Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Pochettino-PSG, un addio fra sconfitte cocenti e un rapporto mai decollato col club

Pochettino-PSG, un addio fra sconfitte cocenti e un rapporto mai decollato col clubTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Imago/Image Sport
venerdì 1 luglio 2022, 10:12Il corsivo
di Gaetano Mocciaro

Si è chiusa dopo un anno e mezzo l'avventura di Mauricio Pochettino al Paris Saint-Germain. Un addio che era nell'aria da ormai sei mesi e che sarà ufficiale oggi. Si chiude con 84 partite il suo ciclo che ha portato alla vittoria di una Ligue 1, una Coupe de France e una Supercoppa francese. Tuttavia l'argentino sarà soprattutto ricordato per il fallimento nel campionato 2020/21, vinto clamorosamente dal Lille e dalle eliminazioni in Champions League: se da una parte poteva essere accettata un'uscita di scena in semifinale per mano del Manchester City (edizione 2020/21) decisamente indigesta è risultata l'ultima edizione, col PSG forte di una campagna acquisti senza precedenti ma uscito agli ottavi dopo un harakiri clamoroso negli ultimi 30' della sfida di ritorno contro il Real Madrid. È stata di fatto quella la pietra tombale del rapporto con la dirigenza, per la verità mai decollato.

RAPPORTO IN CRISI DA TEMPO - Già a novembre si registravano i primi contatti Leonardo-Zidane. L'ex allenatore del Real Madrid ha preferito evitare di prendere le redini della squadra a stagione in corso e in mancanza di un grande nome in grado di sostituire il tecnico in carica si è deciso di portare a termine la stagione con Pochettino. Lo stesso argentino aveva da tempo confidato ad amici di essere stanco al PSG, per rapporto non idilliaco con Leonardo e per le troppe pressioni dell'ambiente. Tra i tifosi anche la scelta di non parlare il francese, nonostante lo conoscesse anche per i trascorsi da calciatore, ha fatto storcere il naso.

ANNO SABBATICO IN VISTA - 50 anni, nella migliore delle ipotesi Pochettino dovrà entrare a stagione in corso se non vuole perdere la stagione 2022/23. Scenario che sembrava da escludere fino a qualche mese fa quando sembrava il candidato principale a prendere la panchina del Manchester United. Che invece, ha preferito puntare su Erik ten Hag. Lo scenario più probabile è a questo punto quello dell'anno sabbatico.