Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Chiesa, il buio è alle spalle: ritrova in parte i compagni e ora scatta il countdown per il ritorno in campo

Chiesa, il buio è alle spalle: ritrova in parte i compagni e ora scatta il countdown per il ritorno in campoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 4 ottobre 2022, 06:45Serie A
di Simone Dinoi

L’unica cosa che posso dire è che Chiesa la prossima settimana comincerà a toccare un po' di più la palla e potrà avvicinarsi un po' alla squadra. Ma da qua a giocare bisogna valutare”, così Massimiliano Allegri tre giorni fa per una tabella di marcia perfettamente rispettata nella giornata di ieri. Federico Chiesa è tornato ad allenarsi con i compagni di squadra: l’ha fatto in modo parziale, con tutti coloro che non sono stati impegnati nella vittoria di domenica sera contro il Bologna. L’altro grande assente di questo avvio di stagione, Paul Pogba, ha cominciato invece a fare qualche prima sgambata a meno di un mese dall’operazione al menisco.

Chiesa, il peggio è alle spalle: ora la luce in fondo al tunnel è sempre più vicina.
Doveroso, in questi casi, fare un passo indietro. 9 gennaio, Roma-Juventus e il ginocchio sinistro fra crack e le sensazioni non possono che essere sin da subito molto negativo. Gli esami del giorno successivo sono una mazzata di quelle che non dimentichi: lesione del legamento crociato anteriore. Difficile da accettare nei primi giorni, con tanto scoraggiamento per le tempistiche: la scorsa, la prima senza Ronaldo, doveva essere la stagione della sua consacrazione a leader tecnico della Juventus. Il 23 dello stesso mese l’intervento chirurgico a Innsbruck e, da lì, il via a un lungo processo di recupero. Che ha avuto qualche intoppo, qualche rallentamento che ha fatto tremare tutti. Poi però la risoluzione, fino a ieri quando, 266 giorni più tardi, ha ripreso a scambiare qualche pallone con i compagni di squadra in un “parziale e graduale rientro in gruppo” : l’ha fatto col sorriso sul terreno della Continassa con corse, traversoni e gol per un feeling pronto a tornare quello di un tempo.

Ora scatta il conto alla rovescia per il ritorno in campo.
E adesso? E adesso proseguirà in maniera progressiva il percorso di Federico Chiesa verso il ritorno in campo. Perché vederlo di nuovo correre assieme ai compagni è stato un bel momento per tutti ma nessuno ha intenzione, in questa fase finale del recupero dall’infortunio, di forzare la mano mancando l’ultima tappa di una corsa che è stata lunga, in alcuni tratti anche molto in salita, ma della quale ormai si intravede lo striscione del traguardo. Per questo motivo il leitmotiv resta quello della tranquillità, della calma con magari qualche convocazione a stretto giro di posta ma semplicemente per far respirare l’aria del ritiro al figlio d’arte. Se le risposte saranno costantemente positive, entro 2-3 settimane l’ex Fiorentina potrebbe finalmente esordire con la sua nuova maglia numero 7.

Primo piano
TMW Radio Sport