Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
esclusiva

Berrettini su Chiellini: "Con me il 1° trofeo. Lo convocai quando tutti erano scettici"

ESCLUSIVA TMW - Berrettini su Chiellini: "Con me il 1° trofeo. Lo convocai quando tutti erano scettici"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 17 maggio 2022, 11:42Serie A
di Gaetano Mocciaro

Giorgio Chiellini ha giocato ieri sera la sua ultima partita allo Stadium da giocatore della Juventus. E sabato a Firenze chiuderà ufficialmente un capitolo lungo 17 stagioni, che hanno portato il difensore a vincere 9 campionati, 5 coppe Italia e altrettante supercoppe italiane. Paolo Berrettini è stato uno dei primi tecnici a credere in lui, convocandolo in Under 19 e vincendo insieme l'Europeo di categoria nel 2003, di fatto il primo di una lunga serie di titoli del difensore. Ai microfoni di Tuttomercatoweb ci racconta alcuni aneddoti proprio sul difensore: "Lo chiamai per uno stage a Coverciano e da lì mi impressionò per la sua forza fisica e ci puntai subito al punto da convocarlo per le partite ufficiali. Lui era al Livorno, in C1, e lo chiamai nonostante avessi in rosa giocatori di Milan, Inter, Juventus e Roma. Questo per farvi capire quanto credessi in lui".

Su quel ragazzo c'era scetticismo, inizialmente
"Le dico solo che un certo punto il responsabile del settore giovanile Ottavio Bianchi mi disse, testuale: 'mister, Lei si ostina ancora a chiamare Chiellini'. Io gli risposi che finché sarei stato ct l'avrei convocato, sono andato avanti per la mia strada e ci siamo tolti delle grandi soddisfazioni".

Come la vittoria agli Europei del 2003. Non tutti sanno che Chiellini è stato campione d'Europa per la prima volta con Lei
"Unico titolo di categoria vinto dall'Italia nella sua storia. Ricordo la finale contro il Portogallo, lo schierai esterno alto di centrocampo. Perché aveva una gran forza fisica e velocità. So che se avessimo perso mi avrebbero massacrato e ricordo che lui mi prese la maglietta portandola al petto e mi disse: 'Mister, tranquillo: me li mangio tutti'. Fu semplicemente devastante e fece l'assist per il 2-0 vincente di Pazzini, che poi ci ha consegnato la coppa".

© Riproduzione riservata
Primo piano
TMW Radio Sport