Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
TMW

Hai studiato i rigoristi dell'Olympiacos? Terracciano: "Prima pensiamo a domani, al Cagliari"

Hai studiato i rigoristi dell'Olympiacos? Terracciano: "Prima pensiamo a domani, al Cagliari"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 22 maggio 2024, 13:45Serie A
di Tommaso Bonan
fonte dall'inviato, Dimitri Conti

Alla finale di Conference League manca ancora una settimana, ma per la Fiorentina è arrivato il momento del classico media day organizzato dalla UEFA. Ecco le parole del portiere viola Pietro Terracciano in vista di Atene (29 maggio), raccolte dai microfoni di TMW: "Un momento importante sia per noi che per la città. Lo stiamo vivendo con la giusta concentrazione e la giusta ansia, normale che sia così. Sappiamo cosa ci aspetta, manca ancora una settimana. Già domani contro il Cagliari ci aspetta un'altra gara importante che ci aiuterà ad arrivare ancora più preparati alla finale".

L'esperienza della passata stagione cosa vi lascia? "Ci lascia qualcosa a livello di sensazioni emotive, perché poi è una gara completamente diversa. Sappiamo l'importanza che rappresenta per tutti noi. A livello emotivo sappiamo cosa ci aspetterà, poi ci sarà da giocarla in campo contro un avversario forte. Quello che abbiamo fatto in questi due anni conterà poco perché è una partita secca e anche per loro sarà così. Noi ci arriviamo pronti e daremo tutto per portare il trofeo a Firenze".

Avete studiato gli attaccanti dell'Olympiacos? "Qualche accenno lo abbiamo fatto, ma in questo momento bisogna pensare anche agli attaccanti del Cagliari visto che dobbiamo vincere domani per garantirci l'Europa. Sappiamo comunque che sarà una squadra forte e che non è arrivata in finale per caso".

A Firenze c'è una grande spinta da parte del tifo. "A livello personale la vicinanza della città l'abbiamo sentita sempre, anche l'anno scorso. Differenze non ne vedo. So che la trasferta ad Atene è più complicata rispetto a quella dell'anno scorso a Praga, noi saremo sempre grati ai tifosi che ci hanno accompagnato sempre. Sarà una motivazione in più".

Hai studiato i rigoristi dell'Olympiacos? "A quello ci pensiamo tra qualche giorno. Non dobbiamo viverla con frenesia ma con la giusta consapevolezza".

C'è tanto Terracciano in questo percorso Europeo. "Non c'è solo la firma di un giocatore quando si raggiungono traguardi così importanti. Marito di tutti quelli che vivono in questo centro sportivo (il Viola Park, ndr)".

Come vivi il dualismo con l'altro portiere Christensen? "Lui è un ragazzo positivo, una persona spettacolare. Dal primo giorno in cui è arrivato si è creato un rapporto speciale fra di noi. Mi è dispiaciuto quando si è infortunato, ora è tornato e sta bene. Io posso solo essere contento di lavorare con persone del genere".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile