Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Le pagelle della Fiorentina - Mandragora sente la Cremonese, Barak va di trivella. Cabral c'è

Le pagelle della Fiorentina - Mandragora sente la Cremonese, Barak va di trivella. Cabral c'èTUTTO mercato WEB
© foto di Giacomo Morini
domenica 12 marzo 2023, 17:00Serie A
di Dimitri Conti

Risultato: Cremonese - Fiorentina 0-2

Sirigu 6,5 - Dessers gli si para davanti come minaccia fin da subito, ma nel primo tempo non è richiesta nessuna sua parata. Deve sporcarsi i guantoni nel finale, la vera parata del suo match è a dieci dalla fine.

Dodo 6,5 - In crescita e si vede, non a caso l'azione che sblocca il match nasce da un pallone da lui recuperato. Paga un po' di fatica negli ultimi minuti da lui giocati, ma i primi settanta hanno maggior peso. Dal 75' Venuti sv.

Milenkovic 6,5 - Al rientro nell'undici titolare poco meno di un mese dopo l'infortunio patito con l'Empoli, mette in mostra un'ottima condizione fisica e psicologica, riuscendo a murare più di un tentativo dei grigiorossi.

Quarta 6 - Giornata più tranquilla del solito per i centrali viola, dei due quello che deve sobbarcarsi la maggior mole di lavoro è Milenkovic. E per l'argentino, quindi, c'è modo di giostrare anche qualche bel giro palla.

Biraghi 6 - Non spinge eccessivamente sul suo lato, provando anche a gestire un po' le energie visti i tanti impegni ravvicinati che hanno richiesto e richiederanno la sua presenza. Senza infamia e senza lode.

Amrabat 6 - Qualche errorino di misura nell'impostazione nella prima mezz'ora fa correre dei brividi sulla schiena dei tifosi della Fiorentina. Poi si assesta su livelli migliori di precisione e la partita va in discesa.

Mandragora 7,5 - Conferma il feeling speciale con la Cremonese: dopo aver il primo e fin qui unico gol in Serie A ai grigiorossi, fa il bis allo Zini. Non bastasse, serve pure l'assist a Cabral. E la sua importanza cresce. Dall'83' Duncan sv.

Ikone 6,5 - Riproposto titolare, è il segnale di quanto Italiano stia credendo in lui. L'assist a Mandragora parrebbe suo, ma con un rimpallo. Si destreggia in serpentine continue, è un reale fattore di disturbo. Dal 68' Gonzalez 6 - La sua entrata in campo non ruba l'occhio, anzi, da un pallone che perde in uscita per poco la Cremonese non ne approfitta per organizzare un contropiede. Più concentrato da lì in poi.

Barak 7 - Primi minuti trascorsi alla ricerca della giusta posizione tra le linee, poi la trova eccome. L'azione del gol di Mandragora nasce da una sua invenzione a centrocampo, lavora di mente e trivella anche sul raddoppio.

Saponara 6 - La sua partita dura un solo tempo, non rientra dopo l'intervallo. Quarantacinque minuti a corrente alternata: non sempre al centro della scena, lo è comunque quando c'è da creare l'azione dello 0-1. Dal 46' Brekalo 6,5 - La condizione fisica è ancora piuttosto lontana, per lunghi tratti si vede bene. C'è comunque anche il suo zampino nell'azione che porta al raddoppio di Cabral, da lui inaugurata scattando a sinistra.

Cabral 7 - Promosso titolare a furor di popolo, ritrova il suo posto al centro dell'attacco. Dopo un primo tempo così così, inaugura al meglio la ripresa con la zampata del raddoppio. Presente quando serviva colpire. Dal 68' Jovic 6 - Gli arriva subito un pallone buono, in fuorigioco dubbio, ma si fa murare da Carnesecchi il diagonale mancino. Ingresso non indimenticabile ma quantomeno non fa mancare l'apporto senza palla.

Vincenzo Italiano 7 - Aveva annunciato del turnover, se ne vede meno di quanto ipotizzabile. La Cremonese non infiamma mai ritmo e duelli, questo va in favore della sua squadra che costruisce con pazienza e lucidità, trovando i varchi giusti quando necessario per colpire. E, fatto salvo per un tiro di Okereke a tu per tu, senza mai concedere occasioni.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile