Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

LIVE TMW - Inter, Inzaghi: "Finale di Champions? Sarà dura, ma vogliamo riprovarci"

LIVE TMW - Inter, Inzaghi: "Finale di Champions? Sarà dura, ma vogliamo riprovarci"
martedì 19 settembre 2023, 19:12Serie A
di Ivan Cardia

18.30 - Vigilia di Champions League per l'Inter, che domani sera affronterà la Real Sociedad. Un nuovo esordio, per i vice campioni d'Europa, a 102 giorni dalla finale di Istanbul persa contro il Manchester City. Direttamente dall'Anoeta, Simone Inzaghi presenta in conferenza stampa i temi della sfida alla formazione basca: diretta testuale a cura di TMW.

19.04. - Dopo le domande a Lautaro, inizia la conferenza stampa di Simone Inzaghi.

Qual è stata la svolta e quali sono i rischi di questo tipo di euforia, anche pensando alle parole di Guardiola?
"Le parole di Pep fanno piacere, sappiamo come è andata la finale di Istanbul, che è stata un onore giocare. Un episodio avrebbe potuto cambiare la storia di quel match, ma ci siamo tenuti dentro l'abbraccio finale coi tifosi: sembrava che avessimo vinto. È stato un grande percorso, quest'anno ricomincia contro una squadra forte, in un campo caldo. Volevo evitare Sociedad e Newcastle dalla quarta fascia, ma ce la giocheremo come l'anno scorso, sapendo che sarà difficile ripetere quanto fatto, ma che vogliamo riprovarci".

Calhanoglu out, giocherà Asllani?
"È un'assenza importante, come altre per esempio a Cuadrado. Ho tanti giocatori a disposizione, in quel ruolo abbiamo Asllani che è un giocatore importante, molto richiesto ma che abbiamo deciso di tenere con noi. Ci crediamo tanto".

Quindi Asllani è pronto per una partita così?
"Assolutamente sì, è un giocatore importante che ha giocato partite importanti. È pronto, poi domani deciderò col mio staff".

Come si gestisce il post derby dopo un risultato così?
"Abbiamo rivisto il match, visto le cose fatte bene e quelle che potevamo fare meglio, come in tutte le gare. Sappiamo che è stata una grandissima serata per tutti noi, però come accade spesso è il passato. Ora conta la gara di domani, sarà una partita intensa, un test molto difficile per noi".

L'Inter sembra più consapevole, più forte mentalmente. Pensa che dipenda dal percorso dell'anno scorso?
"Senz'altro, il percorso che abbiamo avuto ci ha aiutato. Abbiamo fatto due anni importanti in Champions, come merita questo prestigioso club dove lavoriamo. Quello che ci ha lasciato lo scorso anno la Champions è qualcosa di speciale: io l'abbraccio della finale con i nostri tifosi non lo scordo facilmente, così come le serate di San Siro, nella semifinale del derby, col Porto, col Benfica. È stata una bellissima cavalcata, senza dimenticare quel girone difficile che abbiamo dovuto superare. Adesso arriva il difficile, però i ragazzi sanno che lavorando tutti insieme possiamo fare ottime cose".

Che squadra le sembra la Real Sociedad?
"È una squadra molto organizzata, con un allenatore che è qui da tanti anni, con tantissimi giocatori che sono rimasti. È una squadra organizzata, che abbiamo visto in tutte queste partite: l'anno scorso giocava con un modulo differente, con David Silva dietro le due punte. Adesso è cambiata, abbiamo tanto rispetto: abbiamo visto giocatori di grandissima qualità, sappiamo che dovremo fare una partita importante, da vera Inter, perché affrontiamo una squadra molto molto organizzata".

È il momento di Frattesi e di Pavard?
"Non lo sanno ancora i miei giocatori, non mi sembrerebbe corretto dirlo adesso. Stamattina si sono allenati tutti bene, io una formazione in mente ce l'ho: ci sarà qualche cambiamento, però per correttezza è giusto che i primi a saperlo siano i giocatori".

Che tipo di partita si aspetta domani? Un pareggio le andrebbe bene?
"Non si può prevedere il risultato, sappiamo che sarà una partita difficile, intensa, perché la Real Sociedad è una squadra intensa, con ottimi giocatori: di gamba, di forza, tecnici. Dovremo essere bravi noi, ad aiutarci e difenderci insieme, per poi attaccare da squadra".

19.13 - Conclusa la conferenza stampa di Inzaghi.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile