Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 4 giugno

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 4 giugnoTUTTO mercato WEB
© foto di © DANIELE MASCOLO
lunedì 5 giugno 2023, 01:00Serie A
di Alessio Alaimo

MILAN, IBRA DICE BASTA: “È IL MOMENTO DI DIRE CIAO AL CALCIO”. ROMA, DYBALA: “HO UN CONTRATTO”. E GASP VUOLE CHIARIMENTI - Zlatan Ibrahimovic si congeda da giocatore del Milan dopo cinque anni e mezzo, 163 presenze e 93 reti, due scudetti e una supercoppa italiana. Davanti a un pubblico commosso nemmeno lo svedese questa volta è riuscito a trattenere le lacrime: "Tante emozioni in questo stadio. La prima volta che sono arrivato al Milan mi avete dato la felicità. La seconda volta che sono arrivato mi avete dato amore. Vorrei ringraziare la mia famiglia e chi mi sta vicino per la pazienza. Vorrei ringraziare la mia seconda famiglia: i giocatori. Voglio ringraziare il mister e il suo staff per la responsabilità che mi avete dato. Voglio ringraziare i dirigenti per l'opportunità che mi avete dato. Ultimo ma più importante di tutti, di mio cuore voglio ringraziare voi tifosi. Mi avete ricevuto a braccia aperte, mi avete fatto sentire a casa. Sarò milanista per tutta la vita. È arrivato il momento di dire ciao al calcio, non a voi. Forza Milan e arrivederci".

Il suo gol su rigore al 90' ha permesso alla Roma di chiudere il campionato al sesto posto, allontanando lo 'spettro' della Conference League e portando i giallorossi nuovamente in Europa League. Paulo Dybala ha parlato a DAZN al termine della gara contro lo Spezia. Queste le sue parole: Per noi era una partita difficile ma sapevamo che ci giocavamo un posto in Europa. La squadra ha dato tutto e abbiamo vinto. La gente è incredibile, anche oggi dopo aver perso una finale è difficile sostenere la squadra. Loro sono stati con noi tutto l’anno, oggi si meritavano di festeggiare questo passo in Europa. Se resto? Ora è importante godersi il momento, ci sarà tempo per parlare del futuro. Io ho due anni di contratto qui”.

La Juventus di Massimiliano Allegri chiude il suo campionato con una vittoria amara, visto che non consente di accedere alla prossima Europa League. Il tecnico livornese ne parla a Sky dopo l'1-0 sull'Udinese: "Non parlo né della partita, né del terzo posto. Abbiamo migliorato rispetto all'anno scorso, nonostante gli imprevisti. Mi scuso, sono venuto qui per ringraziare tutti i ragazzi, dai magazzinieri in poi, tutti coloro che hanno portato avanti questa squadra. Sono veramente orgoglioso di questi uomini, che hanno lavorato tutto l'anno con professionalità, passione e pazienza. Sono commosso, perché comunque è stata un'annata difficile ma bella, molto bella. Devo ringraziare veramente tutti. Non ho neanche tante parole da dire, è stata una partita fine a se stessa: abbiamo chiuso con una vittoria in trasferta, dove quest'anno abbiamo peccato molto. Devo solo ringraziare chi ha lavorato con me dentro la Continassa. L’anno prossimo? Intanto vado a casa, ho il mio nipotino, ho mio figlio, qualche cavallo che corre. Fortunatamente ne ho uno che domenica prossima fa il GP a Milano. A luglio? Ci penserà la società a pianificare, come è giusto che sia. C'è un responsabile dell'area sportiva che è Francesco Calvo, è lui che ci dirà cosa succederà".

"L'aver raggiunto l'Europa è un grande traguardo. L'anno scorso non ci siamo riusciti per poco, quest'anno siamo arrivati quinti davanti alla Roma. Una rivincita per chi diceva che si era chiuso un ciclo? Quello passato è stato un anno particolare, avevamo i numeri per l'Europa e poi non siamo arrivati al traguardo. Quest'anno siamo sempre stati in zona Europa, dalla prima all'ultima, credo sia un record per l'Atalanta". Così Gian Piero Gasperini, a Sky Sport dopo la vittoria dell'Atalanta nell'ultimo turno di campionato contro il Monza. L'affetto della gente è una spinta in più per continuare sulla panchina dell'Atalanta? E' un dono per la mia carriera, mi riempie di felicità ed è una cosa che pesa moltissimo. Io con tutta la società ho un grandissimo rapporto. Credo sia giusto chiarire sui veri obiettivi, su quello che deve fare la squadra, poi vedremo".

Rafael Leao ai microfoni di DAZN ha commentato il rinnovo siglato fino al 2028 e ufficializzato nei giorni scorsi: "Sì avevo l'ansia di risolvere questa situazione. Il Milan sapeva già cosa voleva fare, la mia volontà era trovare l'accodo, ci abbiamo messo un po' ma è finita bene per tutti: tifosi, famiglia e me. Sono più tranquillo adesso".

Sono diversi i nomi che il club del Barcellona sta tenendo sott'occhio contempla per sostituire Sergio Busquets, nello specifico Martín Zubimendi, Joshua Kimmich, Rúben Neves, Guido Rodríguez e Sofyan Amrabat. Come riporta Diario Sport il marocchino ha spinto a gennaio per la cessione ed è stato vicino alla firma per i blaugrana, ma la Fiorentina non ha facilitato la chiusura dell'affare e l'operazione si è conclusa con un nulla di fatto.

La priorità per Amrabat è il Barcellona, ma il centrocampista Viola è consapevole della delicata situazione economica che sta attraversando il club blaugrana in questo momento. Il giocatore sarà paziente, ma potrebbe poi valutare altre alternative, tra cui il Manchester United, che nelle ultime ore ha intensificato i contatti per il marocchino.

PSG, ADDIO A MESSI. E BENZEMA SALUTA IL REAL MADRID -

Lionel Messi lascerà il Paris Saint-Germain a fine stagione, adesso è ufficiale. Il club parigino ha annunciato l'addio della stella argentina con un comunicato ufficiale e l'ha salutato con un video pubblicato sui social. "Grazie Messi", si legge sull'account Twitter, mentre questo è il testo della nota ufficiale pubblicata sul sito:

"Dopo due stagioni passate nella capitale, l'avventura tra Leo Messi e il Paris Saint-Germain terminerà alla fine di questa stagione. Il Club ci tiene a ringraziare calorosamente il sette volte Pallone d'Oro, che in rossoblù ha vinto un Trophée des Champions e due titoli di campione di Francia".

Resta in bilico il futuro di Dani Ceballos, centrocampista in scadenza di contratto con il Real Madrid accostato anche all'Inter. Come riportato da The Athletic, il club merengue ha offerto al calciatore un triennale fino al 2026 da 5 milioni di euro. Una cifra che incontra le richieste del calciatore che però vorrebbe anche garanzie sull'impiego. Sembra comunque esserci ottimismo, certificato anche dalle parole di Carlo Ancelotti.

E' la notizia del giorno: Karim Benzema lascia il Real Madrid, come comunicato dal club spagnolo, e adesso sarebbe pronto a raggiungere l'Arabia Saudita. L'Al-Ittihad, attuale campione in carica, tramite il Ministero dello Sport gli avrebbe offerto 400 milioni di euro in due anni. Secondo Foot Mercato, l'operazione è in corso e vivrà un'accelerata nelle prossime ore, quando il presidente del club saudita volerà a Madrid per definire nei minimi dettagli l'accordo.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile