Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Saelemakers: "Scudetto col Milan? Dieci anni fa non ci avrei mai creduto"

Saelemakers: "Scudetto col Milan? Dieci anni fa non ci avrei mai creduto"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 20 maggio 2022, 21:55Serie A
di Simone Lorini

Intervistato a TLN, Alexis Saelemaekers ha parlato di tanti temi legati all'attualità rossonera, iniziando dal mister Stefano Pioli: "Penso che il mister è un signore con tanta grinta, ci mette il cuore, come me sul campo. Il nostro rapporto è molto stretto: mi capisce e mi ha dato tanta fiducia. Mi ha fatto crescere subito, mi ha parlato tanto e mi ha fatto diventare il giocatore che ora sono. Il mio arrivo? Sono arrivato qui in punta di piedi. Non era facile, ma ho fatto il mio lavoro, sono cresciuto piano piano e ho ascoltato il mister. Quello che ho fatto, oggi, si vede. Spero di crescere ancora tanto in questa squadra e questo club".

Sulla squadra: "Siamo un gruppo unito, tutti parlano assieme. Da quando gioco, non ho mai visto un gruppo così unito. La nostra forza è quello che aiuta ogni settimana sul campo. E' un gruppo giovane, quindi queste persone sono importante per noi, sono degli esempi. La loro carriera è piena di trofei, e sogniamo tutti di fare come loro. Ci aiutano anche nel punto mentale: quando siamo nei momenti difficili possiamo parlare con loro, sono sempre al nostro fianco per aiutarci e sono dei grandi campioni. Siamo contenti di averli con noi e non contro".

Su Tonali: "Anche Sandro è arrivato in punta di piedi, doveva abituarsi al gioco della squadra. Sta facendo vedere le sue qualità, cresce ogni partita e aiuta tanto la squadra. E' diventato importante per noi".

Sulla gara di domenica: "C'è pressione, ma positiva. Non era una partita facile (all'andata), ma ora è da dimenticare. Siamo un gruppo più forte rispetto a 5 mesi fa, ora ci mettiamo il cuore e l'anima e possiamo fare qualcosa di bello. Se mi avessero detto, 10 anni fa, che avrei potuto vincere uno scudetto al Milan non ci avrei mai creduto. Per me e per altri tanti giocatori che ancora non hanno vinto. Ho parlato anche con Zlatan e mi aveva detto che ogni trofeo vinto era qualcosa di straordinario. Spero di vincere col Milan".

Primo piano
TMW Radio Sport