Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Udinese, Deulofeu: "Voglio una big ma forse non è ancora il momento. Qui sto veramente bene"

Udinese, Deulofeu: "Voglio una big ma forse non è ancora il momento. Qui sto veramente bene"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di DANIELE MASCOLO
martedì 17 maggio 2022, 19:23Serie A
di Lorenzo Di Benedetto

Ospite a Udinese Tonight, Gerard Deulofeu, attaccante bianconero, ha parlato della sconfitta contro lo Spezia e dell'ultima gara del campionato contro la Salernitana: "Sto bene, mi è passato il nervoso per sabato. Ancora mi dispiace un po’, ma dobbiamo dare valore a dove eravamo e dove siamo ora, prenderne atto e ringraziare i tifosi. Ora prendo meglio la sconfitta perché ho figli arrivo a casa e sono tranquillo perché quello che senti lì lo porti in campo, quindi ricerco la tranquillità".

Contro lo Spezia ha giocato con 16 punti di sutura.
"Ho avuto un incidente mercoledì e ho sofferto tanto. Non lo dico per farmi compatire, ma voglio che i tifosi sappiano che mi sforzo per aiutare la squadra sempre e comunque".

In campo trasmette la voglia di vincere anche ai compagni.
"Questo è un gioco di squadra, non individualista. Sta a noi giocatori con più esperienza creare la giusta mentalità, insieme all’allenatore. Nel girone di ritorno siamo migliorati e per questo ora possiamo stare tranquilli e parlare della stagione".

Com'è cambiato dopo le due operazioni al ginocchio?
"Ho avuto un periodo in cui non ho reso al massimo e ho pensato alla squadra, a ciò che allenatore e compagni si aspettano da me. Da gennaio sono cresciuto, capisco meglio le cose. Prima Gerard era un ragazzo che giocava esterno, molto abile e in condizione ma non capiva il gioco. Adesso mi trovo immerso al suo interno, so dove devo essere e ho trovato i gol questa stagione, che mi mancavano l’anno scorso. Ora mi sento più forte rispetto a com’ero prima dell’infortunio. Perché adesso capisco il calcio. So cosa voglio nel mio futuro calcistico".

Cosa pensa di De Paul?
"Un campione. Ho avuto la sfortuna lo scorso anno di essere infortunato e non poter giocare con lui, ma la fortuna di sapere il valore che ha la maglia numero 10 dell’Udinese".

Come vede il suo futuro?
"Voglio essere il miglior giocatore ogni settimana e in tutte le stagioni. Voglio essere in una top, ma ci sono dei percorsi da seguire, a me mancava fare un periodo così a Udine".

Ha già deciso cosa fare?
"Per il momento sono molto felice e voglio onorare questa stagione. Non posso dire niente perché ho detto al mio agente di non dirmi niente. Da quando hanno iniziato a dire qualcosa di mercato, per mettere a fuoco squadra e stagione ho chiesto di fare così. Se si farà, si farà. Non mi dispiacerebbe poter andare avanti con questa squadra. Lo dico perché c’è entusiasmo tra i tifosi, ci sono giocatori giovani che possono migliorare e si può fare un’Udinese molto buona".

Quindi resterebbe ancora a Udine?
"Ho la fortuna di sapere di essere felice. C’è chi vuole fare il passo più lungo della gamba tra i giovani e poi non regge. Bisogna fare il proprio percorso. Io qui ho due anni di contratto e sono veramente contento".