Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Pisa, Maran: "Siamo in emergenza, Torregrossa non ci sarà. Ci rimbocchiamo le maniche"

Pisa, Maran: "Siamo in emergenza, Torregrossa non ci sarà. Ci rimbocchiamo le maniche"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
venerdì 12 agosto 2022, 13:49Serie B
di Niccolò Pasta

Il nuovo allenatore del Pisa Rolando Maran è intervenuto in conferenza stampa questa mattina, alla vigilia della sfida tra i toscani e il Cittadella, analizzando il momento della sua squadra a poche ora dall'inizio del campionato di Serie B: “Mi fa piacere ritrovare un ambiente al quale sono affezionato, sono stati i primi a darmi fiducia e lì sono cresciuto. Ho moltissimi amici e sono riconoscente. Noi dovremo onorare i nostri colori su un campo difficile. Inizialmente è uno degli avversari più temibili ma questo non ci spaventa, giocheremo la partita con il piglio di una squadra che sa quello che vuole. C’è grande voglia anche per riscattare la bruttissima partita con il Brescia. Siamo un po’ in emergenza, lasciamo a casa giocatori importanti da Nagu a Beruatto, da Rus a Torregrossa“, riporta TuttoPisa.com.

Su Ionita e Calabresi.
“Li conosco bene, Artur l’ho già allenato. Diversamente dagli altri conoscono già il nostro campionato e la sostanza di questa Serie B, sanno ciò di cui c’è bisogno. Hanno mestiere e già un bel bagaglio. Con quelli dall’estero c’è qualche incognita in più, il percorso è diverso. Ionita è pronto e sa cosa voglio, ci può dare subito grande sostanza“.

Sul campionato.
“Il Pisa lo metto sempre al primo posto. Dico questo perchè noi dovremo sempre andare in campo pensando di essere più bravi, se non sarà così gli faremo i complimenti. Non significa essere presuntuosi ma avere la consapevolezza dei nostri valori. Adesso maniche rimboccate consapevoli di avere delle difficoltà ma pronti a superarle“.