Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
Focus TMW

La Top 11 del Girone C di serie C: doppia gioia per la famiglia Fumagalli

La Top 11 del Girone C di serie C: doppia gioia per la famiglia FumagalliTUTTO mercato WEB
Ermanno Fumagalli
© foto di Carlo Giacomazza/CGP Photo Agency
mercoledì 17 gennaio 2024, 07:10Serie C
di Luca Esposito

E’ andata in archivio la 21^ giornata nel Girone C di Serie C. Questi i risultati:
Giugliano-Foggia 4-1
Taranto-Picerno 1-1
Potenza-Latina 2-0
Turris-Crotone 0-4
Avellino-Juve Stabia 2-2
Catania-Brindisi 4-0
Monterosi-Monopoli 2-1
Virtus Francavilla-Benevento 1-2
Casertana-ACR Messina 0-2
Audace Cerignola-Sorrento 1-2

Di seguito la TOP 11 di TuttoMercatoWeb.com che opta per il 4-3-3:

Fumagalli (Messina): i giornali nazionali lo definiscono "eterno". Nel giorno in cui scende in campo assieme al figlio Jacopo scrivendo una bellissima pagina di sport, ecco che i giallorossi riescono a sbancare a sorpresa il campo della Casertana. E la parata su Montalto a 15 minuti dalla fine è davvero da grande calciatore.
Polito (Messina): Carretta è giocatore di spessore, che ha messo spesso in difficoltà nell'uno contro uno anche atleti di categoria superiore. Ne esce fuori un duello davvero interessante, una vera e propria partita nella partita vinta dal figlio d'arte che si sta imponendo con bravura in Sicilia.
Fusco (Sorrento): ha iniziato il nuovo anno così come aveva chiuso quello precedente: con prestazioni convincenti e senza sbavature. Ottime alcune chiusure su malcore.
Gilli (Picerno): il Taranto di Capuano non è solo fase difensiva e lanci lunghi: ci sono anche giocatori forti nello stretto o bravi nel gioco aereo. Lui tiene a bada con disinvoltura Fabbro e si fa apprezzare anche per un salvataggio sulla linea.
Mignanelli (Juve Stabia): l'eroe che non ti aspetti, l'uomo copertina del big match che ruba la scena e ammutolisce un Partenio che già pregustava la grande festa e il prim tentativo di sorpasso. Due gol, due gemme. Potenza, precisione, coordinazione, tecnica: c'è tutto in quel sinistro magico che consente di lanciare l'ennesimo messaggio al campionato.
Verde (Monterosi): nel momento più difficile della stagione e - forse - di tutto questo triennio tra i professionisti, è il suo colpo di testa a restituire un pizzico di speranza in chiave salvezza. Non vincere in casa col Monopoli avrebbe potuto rappresentare una mezza condanna, invece la squadra ha dimostrato di avere cuore ed è pronta a dare battaglia fino alla fine.
Simonetti (Benevento): il Francavilla aveva chiuso tutti gli spazi e in tanti avevano già lasciato gli spalti pregustando il pareggio. Tuttavia, a tempo scaduto, ecco l'eurogol da subentrante di un calciatore che sta acquisendo personalità e consapevolezza domenica dopo domenica. Bella la sponda di Ciciretti, ma il merito è tutto suo. Bravo a gonfiare la rete da posizione solo apparentemente impossibile.
Candellori (Potenza): l'azione è di quelle da far vedere e rivedere nelle scuole calcio. Sbraga illumina la scena con un'apertura quasi no-look per Hadziosmanovic, palla per Saporiti che crossa al centro. Bravo il centrocampista ad eludere la stretta marcatura e a segnare la rete del provvisorio 1-0.
Emmausso (Messina): approfitta di una corta respinta del portiere per portare in vantaggio la sua squadra sul sempre ostico campo di Caserta. Nel finale si temeva il forcing dei padroni di casa, invece sono gli ospiti a raddoppiare ancora grazie a una sua straordinaria intuizione. In stato di grazia.
Sorrentino (Giugliano): non capita tutti i giorni di segnare, da subentrato, una doppietta in 5 minuti contro un avversario blasonato come il Foggia. Prima di testa, poi con il destro: per i rossoneri è notte fonda, per i campani tre punti chiave in classifica.
Gomez (Crotone): sale a undici in classifica marcatori: considerando che siamo a gennaio, è un bottino di tutto rispetto. La difesa della Turris è tra le più perforate del girone e i continui cross dei compagni sono manna dal cielo per un rapace d'area di rigore come lui.
Lamberto Zauli (Crotone): se la sua squadra trovasse continuità, sarebbe davvero una mina vagante. Leggetevi, però, i nomi che compongono l'organico: a nostro avviso sta facendo il massimo rispetto alla rosa a disposizione stazionando in zona playoff dalla prima giornata.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile