Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Lucchese, Mastalli: "Avevo bisogno di una piazza così per rilanciarmi. Ma niente pronostici"

Lucchese, Mastalli: "Avevo bisogno di una piazza così per rilanciarmi. Ma niente pronostici"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Giuseppe Scialla
lunedì 26 settembre 2022, 23:19Serie C
di Tommaso Maschio

“Non ho visto altri gol più belli nel fine settimana. L'idea mi è venuta pensando a mia moglie, da quando ci conosciamo mi dice sempre di provarci da fuori. Prima della partita me lo ha ripetuto, in quell'istante ci ho provato e mi è andata bene. Ci devo provare più spesso”. Ai microfoni di Tuttoc.com il centrocampista della Lucchese Alessandro Mastalli parla così del bellissimo gol messo a segno nell'ultima giornata contro il Rimini che è valso tre punti per i rossoneri: “A Lucca sta andando bene, ne avevamo bisogno perché ad Avellino avevo giocato poco e avevo bisogno di una piazza tranquilla e serena per rilanciarmi e ritrovare fiducia. Un giocatore quando non gioca perde un po' fiducia, sta andando bene perché sento la fiducia da parte del mister e della piazza. Obiettivi? Non mi piace fare pronostici, siamo una squadra completa fatta di giovani che possono fare benissimo in un contesto come questo insieme ai 'vecchi' per fare bene. - continua Mastalli guardando al mancato salto di qualità - Ho capito che nel calcio bisogna avere un pizzico di fortuna in più, non vedevo l'ora di poter giocare in B e ci ero riuscito da capitano, ma l'infortunio e il Covid mi ha frenato. È stata una bella mazzata, però mi è servito perché mi ha aiutato a crescere di testa. Il rammarico più grande è stato l'infortunio, il calcio è anche questo e bisogna rimboccarsi le maniche".