Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Giappone-Spagna 2-1, le pagelle: disastro Luis Enrique, mago Moriyasu. Doan cambia la gara

Giappone-Spagna 2-1, le pagelle: disastro Luis Enrique, mago Moriyasu. Doan cambia la garaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
venerdì 2 dicembre 2022, 06:41Qatar 2022
di Simone Lorini

Giappone-Spagna 2-1

GIAPPONE (pagelle a cura di Paolo Lora Lamia)

Gonda 6 - Nella prima frazione di gioco, non ha grosse responsabilità in occasione del gol di Morata. Un paio di buone parate nel finale e poco altro nella ripresa.

Itakura 5,5 - Contiene a fatica gli attaccanti spagnoli, soprattutto nel primo tempo. Si perde Morata in occasione del gol che porta avanti la Roja.

Yoshida 6 - L'ex Samp risulta molto più incisivo nel secondo tempo a livello di chiusure e palloni respinti, dopo una prima parte di gara più di sofferenza.

Taniguchi 6 - Insieme al resto del reparto arretrato nipponico soffre in avvio, per poi contenere abbastanza agevolmente dopo l'intervallo.

J. Ito 6 - Più che spingere sulla destra, viene costretto sulla difensiva da Balde e Dani Olmo. Cresce a livello di spinta nella seconda frazione di gioco.

Morita 6 - Gara grintosa in mediana, con un contributo superiore in fase di non possesso più che nel proporsi in avanti.

Tanaka 7,5 - Prestazione sontuosa da parte del centrocampista, che già nel primo tempo è tra i pochi che si salvano. Emerge ancora di più nella ripresa, tra palloni recuperati e inserimenti vincenti in avanti come quello con cui realizza la rete del 2-1 su assist di Mitoma. Dall'87' Endo sv.

Nagatomo 6 - Prova diligente sulla sinistra, dove contiene con alterne fortune Williams e Azpilicueta. Dal 46' Mitoma 7,5 - Impatto devastante sulla gara. Una vera e propria freccia sulla corsia di sinistra, presente in molte azioni offensive e soprattutto autore dell'assist per il 2-1 di Tanaka.

Kubo 5 - Piuttosto in ombra nella prima frazione di gioco, con davvero pochi spunti sul fronte destro dell'attacco. Dal 46' Doan 8 - L'uomo della provvidenza, come contro la Germania. Con un sinistro che piega le mani ad Unai Simon, avvia un'altra clamorosa rimonta giapponese. Avvia anche l'azione del 2-1, rifinita da Mitoma e finalizzata da Tanaka.

Maeda 5,5 - Serata difficile per l'attaccante nipponico, che non ha molti palloni a disposizione e che viene contenuto agevolmente dai centrali spagnoli. Dal 62' Asano 6 - Con la sua velocità, tiene più volte in apprensione la difesa spagnola quando il Giappone orchestra le sue ripartenze.

Kamada 6,5 - Si muove molto, facendosi notare più in fase di non possesso che a livello di conclusioni verso la porta avversaria. Gara più di sacrificio che di qualità. Dal 69' Tomiyasu 6 - Nel finale di gara, contribuisce a conservare il prezioso gol di vantaggio.

Hajime Moriyasu 8 - Il primo posto in un girone con Spagna e Germania è un'impresa straordinaria, merito del coraggio che infonde alla squadra e delle sue scelte. Come contro i tedeschi, ribalta la squadra azzeccando i cambi. Ora ai suoi ragazzi nulla è precluso.

SPAGNA

Giappone-Spagna 2-1

Simon 4,5 - Una serata disastrosa per il portiere, una delle tante scommesse di Luis Enrique per questo Mondiale: molto incerto in occasione del pari, così come in occasione del bis nipponico.

Azpilicueta 6 - Bravo in occasione del gol del vantaggio, sembra l'unico a non perdere la trebisonda nel terribile 1-2 del Giappone.

Rodri 6 - Difensore non per vocazione ma per necessità, fa bene quello che Luis Enrique gli chiede: l'impostazione dal basso. Che di rado sfoci in qualcosa di pericoloso, non lo si può imputare a lui.

Pau Lopez 5,5 - Partecipa al tracollo difensivo di inizio primo tempo senza evidenti responsabilità.

Balde 5 - L'esperimento di Luis Enrique non funziona: il laterale di scuola Barcellona è protagonista negativo nel gol del pareggio del Giappone, che cambia la gara. Dal 68' Jordi Alba sv

Gavi 5,5 - Si appiattisce, come il resto della squadra, in inutile possesso palla senza sbocchi. A volte sembra troppo simile al compagno Pedri, senza strappi pur se dotato di una tecnica mostruosa. Dal 68' Ansu Fati sv.

Busquets 5,5 - Probabilmente sarà il suo ultimo Mondiale e non lo sta giocando alla grande: l'equilibratore del Barcellona oggi non si vede, con il Giappone che ad inizio ripresa fa il bello e il cattivo tempo.

Pedri 5 - Il tacco in pieno recupero, con il Giappone in vantaggio, è forse il simbolo dell'eccesso di fioriture che la Spagna mette in campo.

Williams 6 - Tra i più positivi nel primo tempo, sembra l'unico a strappare grazie alla sua fisicità. A Luis Enrique non basta ed è tra i primi a uscire. Dal 57' Ferran Torres 6 - Prosegue sulla buona strada tracciata del compagno, pur entrando nel momento peggiore possibile per la sua squadra.

Morata 6,5 - Fa gol al primo pallone giocabile e ne vedi davvero pochi lì davanti. Luis Enrique prova a dare una scossa alla squadra e toglie il migliore in campo: una scelta che non paga. Dal 58' Asensio 5,5 - Luis Enrique gli chiede di dare una scossa alla squadra e in particolare alla manovra offensiva: missione fallita.

Olmo 5 - È uno degli insostituibili di Luis Enrique non stasera non fa capire il perché: il talento lo lascia nel cassetto, stasera tanti 'tocchettini' senza costrutto né utilità.

Allenatore: Luis Enrique 4 - Sbaglia davvero tutto stasera e rischia di uscire in un girone con Costa Rica, Giappone e la peggior Germania della storia. Le scelte iniziali non convincono e non paga la fiducia incondizionata a Simon, così come questo stile di gioco che punta al dominio del possesso ma senza mai creare un pericolo.

Primo piano
TMW Radio Sport