Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Cagliari ancora sconfitto. Per Ranieri è notte fonda

Cagliari ancora sconfitto. Per Ranieri è notte fondaTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 25 settembre 2023, 07:45Serie A
di Giancarlo Cornacchia

Niente da fare per il Cagliari di Claudio Ranieri. L'Atalanta ha letteralmente fatto un sol boccone dei rossoblù decisamente aldilà di quanto il risultato di 2-0 possa raccontare. Gli orobici, infatti, sono sembrati minimamente condizionati dalla gara di Europa League giocata solo qualche giorno prima e si sono dimostrati superiori anche sul piano fisico. I sardi ci hanno messo decisamente del loro: lenti, macchinosi, una manovra mai esistita, gioco latente, ed attacco che continua la sua inesistenza.

GARA SENZA STORIA. Inspiegabilmente Ranieri ha lasciato in panchina ili giovane Prati, tra i migliori nella gara contro l'Udinese, lasciando al solo Makoumbou il compito di impostare la manovra, con la protezione di Sulemana e Deiola. Quest'ultimo ha steccato praticamente su tutti i palloni, mentre il primo ha dato ulteriore prova che con il ruolo di play maker non va proprio d'accordo. L'Atalanta ha preso da subito in mano le redini dell'incontro e, complice anche diversi errori della difesa avversaria, ha trovato il meritatissimo vantaggio con Lookman, che ha solo dovuto spingere in rete un cioccolatino servito da De Kateleare. Il Cagliari ha continuato a latitare in campo, ed ha impensierito Musso solo grazie ad un colpo di testa di un discreto Shomurodov, schierato titolare ed autore di una prova di sacrificio, al fianco di un nervosissimo Luvumbo. L'1-0 al termine della prima frazione stava decisamente stretto ai padroni di casa, considerate le almeno 4 palle goal nitide create.

RIPRESA AL PICCOLO TROTTO. Nella seconda parte di gara Gasperini ha ordinato il controllo, specie in virtù dell'evanescenza dell'avversario. Ranieri ha provato a cambiare qualcosa, soprattutto a centrocampo con l'ingresso di Viola. Complice il ritmo più basso, i rossoblù hanno provato a portare qualche fastidio, ma il più pericoloso si è rivelato il neo entrato Oristanio, che ha sfruttato una sponda di Petagna, ma il cui tiro si è stampato sulla traversa. Il raddoppio è giunto grazie a Pasalic, a seguito di una bella triangolazione con Muriel ed alle marcature troppo "larghe" della difesa rossoblù.

NOTTE FONDA PER I ROSSOBLU'. Penultimo posto in classifica, un solo goal realizzato in cinque partite e nessuna vittoria. Se non sono numeri deprimenti poco ci manca. Ranieri è esperto e sa come uscire da queste tipologie di situazioni. Ma la frase pronunciata la scorsa settimana "i giocatori sono arrivati negli ultimi giorni di mercato", lancia un vero e proprio allarme. Il suo Cagliari non ha idee, non ha un costruttore di gioco che possa fare da riferimento, ergo la difesa balla e l'attacco non produce. Ma la Serie A non ti aspetta e mercoledì si torna subito in campo contro il Milan.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile