Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

I volti nuovi - Kim e l'eredità più pesante del mercato italiano: è il dopo Koulibaly

I volti nuovi - Kim e l'eredità più pesante del mercato italiano: è il dopo KoulibalyTUTTOmercatoWEB.com
sabato 6 agosto 2022, 17:45Serie A
di Marco Conterio

Un gigante dalla Corea del Sud per il Napoli. Il terzo della storia del calcio italiano, dopo Ahn al Perugia e Lee all'Hellas Verona. Kim Min-Jae, a differenza dei predecessori ha un vantaggio: l'aver giocato in un campionato europeo e nelle coppe europee, di aver imparato a conoscere le pressioni di una piazza calda come Istanbul. Il Fenerbahçe si è assicurato le sue prestazioni un anno fa per la miseria di 3 milioni di euro, sfruttando un contratto con il Beijing Gouan (Cina) in scadenza nel 2022. Il suo sponsor è Vitor Pereira, tecnico portoghese che lo ha visto da vicino nella Super Lig cinese e se l'è portato con sé quando è approdato in Turchia. Arrivato tra lo scetticismo generale, ciò che ha colpito maggiormente è il suo veloce adattamento al calcio europeo, distinguendosi come uno dei migliori centrali del campionato. Il suo ex allenatore Slaven Bilic, che lo ha allenato a Pechino, giura che può diventare un top player.

Centrale possente, 190 cm d'altezza, nonostante la mole può unire la forza fisica a una buona velocità di base. Proprio per la sua stazza, mediamente più imponente di quella dei suoi connazionali, si è guadagnato in Corea del Sud il soprannome di "Monster". Tra le altre qualità c'è la disciplina tattica, concentrazione, un ottimo senso della posizione e l'abilità nel gioco aereo. Nell'ultima stagione si è distinto anche come potenziale pericolo per le difese avversarie sui calci d'angolo, pur non potendolo definire un difensore goleador (solo una rete lo scorso torneo). In Turchia sono certi che il giocatore sia già pronto per una grande squadra di Serie A e che la scuola italiana possa dargli quelle skills in più per fare poi un ulteriore salto in avanti.

Nome Kim Min-Jae
Squadra Napoli
Provenienza Fenerbahce
Nazionalità Corea del Sud
Ruolo Difensore centrale
Età 25