Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCesenaFrosinoneLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 13 maggio

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 13 maggioTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 14 maggio 2022, 01:00Serie A
di Giacomo Iacobellis
Il punto su tutte le news di calciomercato della giornata appena andata agli archivi. Tra indiscrezioni, trattative e retroscena ecco le notizie più importanti.

IL PUNTO SU DYBALA FRA INTER, ROMA ED ESTERO. ARTHUR VERSO L'ADDIO ALLA JUVE, MORATA TESTIMONIAL PER IL 2022-23 E DI MARIA FLIRTA SUI SOCIAL COI BIANCONERI. C'È ANCHE IL MILAN SU ZANIOLO, RINNOVO (AD OGGI) LONTANO PER PERISIC, IL PSG SFIDA L'INTER PER BREMER. KOULIBALY AL BIVIO, INTANTO IL NAPOLI HA DECISO DI RISCATTARE ANGUISSA. ROMA SU MANDRAGORA, FIORENTINA E TORINO GUARDANO AL MERCATO SVIZZERO

Paulo Dybala è uno dei grandi giocatori a parametro zero per l'estate che verrà. La trattativa con la Juventus, che a fine 2021 sembrava portare a una fumata bianconera, è finita con un nulla di fatto. Dybala giocherà contro la Lazio l'ultima allo Stadium e poi dovrà cercare un futuro altrove. Dove? Ancora nulla è deciso. Secondo quanto appreso da Tuttomercatoweb.com, da parte dell'Inter non ci sono ancora state proposte ufficiali anche se quel che è filtrato a mezzo stampa, ovvero un'offerta da 6 milioni per 4 anni di contratto, potrebbe essere l'offerta che Giuseppe Marotta presto farà all'entourage del giocatore. Intanto Jorge Antun, che negli scorsi giorni era a Roma con tutta la famiglia, non ha incontrato la Beneamata ma sa bene che quella nerazzurra è una pista concreta. Nelle idee del club milanese, però, prima di formulare una proposta, c'è una cessione pesante che darebbe il là alla rivoluzione dell'attacco: non solo Alexis Sanchez, che verrebbe liberato per l'ingaggio pesante, ma soprattutto Lautaro Martinez. Il Toro non ha ancora offerte ufficiali, l'Atletico Madrid è fortemente interessato (e il Tottenham, in caso di addio di Harry Kane destinazione Manchester United). Quella della Roma è una pista emersa già negli scorsi giorni e tornata oggi alla ribalta. È una riflessione che le parti in causa, società compresa, hanno fatto e stanno facendo ma, al netto dei pensieri, non c'è nulla di scritto o di ufficiale a riguardo. Non solo: per ora non risultano contatti tra le parti. I giallorossi peraltro dovranno prima pensare alle cessioni (Nicolò Zaniolo su tutti ma anche altri nomi) e poi agli innesti desiderati da José Mourinho. Dybala può essere tra questi? Al tecnico piace, i Friedkin lo sanno, ma al momento tra le priorità del giocatore c'è la Champions League e l'idea di potersela ancora giocare in una delle piazze più prestigiose d'Europa. Se poi le offerte non dovessero arrivare, come sperato, allora potrebbe allargare gli orizzonti anche su altre proposte. Ma al momento la Roma non è al primo o al secondo posto della sua agenda.

Federico Pastorello, agente tra gli altri di Arthur Melo, centrocampista della Juventus, nella lunga intervista rilasciata a La Repubblica nella sua versione online, ha anticipato le mosse in vista del prossimo mercato: "A gennaio è stato vicino all'Arsenal. È un giocatore troppo importante per essere emarginato, deve pensare anche alla Nazionale. Con Sarri avrebbe fatto il Jorginho, ma nonostante Allegri lo stimi, lui vuole due mediani strutturati fisicamente. Non è nell'interesse di nessuno continuare in questa situazione".

Indizio di mercato? La Juventus ha annunciato ufficialmente la divisa 2022/23 e per l'occasione ha usato un testimonial che quella maglia potrebbe anche non indossarla mai, considerando il diritto riscatto molto alto che la Vecchia Signora ha concordato con l'Atletico Madrid, 35 milioni di euro al termine di questa stagione.

La Juventus dovrà cambiare volto alla difesa in vista della prossima stagione. Certi di rimanere sono Leonardo Bonucci e Matthijs de Ligt: l'addio di Giorgio Chiellini lascia un vuoto importante e, mentre per Daniele Rugani il club è pronto ad ascoltare offerte, il quarto posto nel reparto sarà preso da Federico Gatti in arrivo dal Frosinone. Chi sarà il terzo? Secondo il Corriere dello Sport, tra le alternative resta sempre il nome di Nikola Milenkovic della Fiorentina.

Si scalda la pista Angel Di Maria per la Juventus. In scadenza di contratto con il Paris Saint-Germain, ha detto di voler restare in Europa e quella bianconera è una pista importante: è previsto a breve un contatto con il suo entourage (Jorge Mendes e la sua Gestifute, ndr) per valutare contorni e dettagli di una possibile proposta. Per Di Maria potrebbe esser messo sul tavolo un contratto da 7 milioni con bonus per una stagione. Intanto, spunta il like galeotto: Di Maria ha messo 'Mi Piace' al post su Instagram della nuova maglia bianconera per la stagione 2022/2023. La sua prossima maglia?

È uno dei grandi gioielli del calcio italiano e il suo futuro è da tempo al centro del dibattito: cosa farà la prossima stagione Nicolò Zaniolo? Resterà alla Roma, dove è in scadenza nell'estate del 2024, rinnoverà il contratto, andrà avanti rischiando di diventare un lussuosissimo parametro zero o partirà a giugno? Le indiscrezioni non mancano e, secondo quanto raccolto da Tuttomercatoweb.com, in caso di addio alla Capitale ci sarebbero due ipotesi in Serie A. Juventus e Milan. Andiamo con ordine. La Juventus è da tempo su Zaniolo tanto che ci son stati già contatti e incontri per parlare del centrocampista della Roma. Un profilo che per età, qualità e prospettive è gradito a tutto l'ambiente e anche al tecnico Massimiliano Allegri. I recenti infortuni sono certo motivo di riflessione, visto che si andrebbe a dividere il reparto con Federico Chiesa che sta recuperando da un brutto ko analogo. La Roma chiede 50 milioni di euro per effettuare un'importante plusvalenza, cifra che la Juventus non vuole pagare: il messaggio che fa arrivare la società giallorossa è che non vorrebbe accettare contropartite ma il mercato dice il contrario ed è probabile che nelle prossime settimane il club dei Friedkin si convinca ad accettare anche dei giocatori. La Juve potrebbe proporre Weston McKennie e Nicolò Fagioli. Col Milan ci sono stati degli approcci per valutare la fattibilità dell'affare, i contorni economici e i margini della trattativa. Il punto, in questo caso, è che i rossoneri avrebbero meno contropartite tecniche rispetto alla Juventus da mettere sul tavolo, tra quelle gradite alla Roma, e anche il club milanese non spenderà 50 milioni per Zaniolo. Almeno con Elliott, s'intende, visto che in caso di cambio proprietà (sempre con la stessa dirigenza, che viaggia verso la meritata conferma) i piani mercato potrebbero essere anche diversi. E il rinnovo con la Roma? Al momento non ci sono novità o incontri a riguardo fissati.

L'opzione numero uno per l'attacco dell'Inter, a prescindere da Paulo Dybala, resta quella legata a Gianluca Scamacca del Sassuolo. Lo scrive La Gazzetta dello Sport, che spiega come tuttavia la pista si stia complicando, visto che i nerazzurri non sono disposti a trattare sulle basi proposte dai neroverdi, ovvero 40 milioni di euro. Per questo motivo Ausilio e Marotta hanno riattivato i propri pensieri verso un vecchio obiettivo dell'estate scorsa prima dell'arrivo di Edin Dzeko. Duvan Zapata continua a piacere molto tecnicamente, anche se la carta d'identità non aiuta. Ma i rapporti con l'Atalanta restano più che buoni e la pista non è assolutamente da scartare.

Resta ampia la distanza tra Inter e Ivan Perisic sul rinnovo di contratto in scadenza in estate. Secondo quanto ricostruito da Tuttomercatoweb.com, l'offerta nerazzurra si ferma a 2,8 milioni di euro più importanti bonus per 2 stagioni. L'ultima proposta dell'Inter è dunque ben distante dai 5 per 3 anni, con bonus, chiesti dall'esterno croato che si è duramente sfogato dopo la vittoria in Coppa Italia contro la Juventus. È anche per questa ampia forbice che è arrivata la forte dichiarazione di Perisic: l'MVP di Coppa vorrebbe veder confermato lo stipendio ora percepito visto un rendimento da star, nonostante la carta d'identità dica 33. L'Inter, invece, vorrebbe abbassare il fisso portandolo nell'intorno di quello ora percepito da Skriniar (3), ma dandogli importanti bonus (che porterebbero l'ingaggio anche fino a oltre 4 milioni ma da conquistare). Dall'Inghilterra non mancano gli interessamenti (nelle ultime ore è filtrato il Chelsea che però è all'interno di un cambio di proprietà e tecnicamente ha ancora il mercato bloccato) sia in Premier che in Bundesliga. Sul fronte Juventus, al momento, tutto fermo.

Una concorrente di lusso per l'Inter nella corsa a Gleison Bremer, secondo diversi media francesi fra cui RMC Sport. I nerazzurri da tempo hanno messo il brasiliano del Torino nel mirino come primo potenziale rinforzo per la difesa di Simone Inzaghi, ma le grandi prestazioni del giocatore in questo campionato hanno da una parte alzato sempre più il prezzo del cartellino e dall'altra aumentato la concorrenza. L'ultima squadra a essersi mossa per lui sarebbe così il PSG, con Leonardo che starebbe preparando l'offensiva per arrivare al sì dei granata.

Nella serata di giovedì a Formello è andato in scena un altro vertice tra Lotito e Sarri con l'intento di pianificare l'estate di mercato e dunque la prossima stagione. Dopo l'incontro "introduttivo" di un mese fa, le parti hanno parlato in modo molto più concreto, partendo dalla rivoluzione tecnica che attende la Lazio e arrivando a tutte le scelte da fare dove il tecnico vuole avere più che voce in capitolo. Un nuovo feeling che dovrà essere tradotto in fatti concreti, poi si parlerà di nuovo di mercato. Prima servirà vedere i primi passi nelle trattative già pianificate, poi Lotito e Sarri si vedranno per il famoso prolungamento fino al 2025. L'allenatore non ha nascosto di voler proseguire questo matrimonio, Lotito aveva annunciato il rinnovo addirittura lo scorso Natale, salvo poi rimandare tutto. Ora la parola passa al mercato, poi sarà la volta della firma. A riportarlo è La Gazzetta dello Sport.

Il mercato apre le pagine sportive de Il Mattino di Napoli che spiega che la prima mossa a centrocampo sarà il riscatto dal Fulham di André Zambo Anguissa: il Napoli confermerà il camerunese versando i 15 milioni al club inglese per la sua permanenza, decisione presa ormai in maniera definitiva. Il nuovo accordo avrà scadenza nel 2025. Sarà la certezza di un reparto che potrebbe invece avere dei cambiamenti in altri uomini chiave.

Il Mattino fa il punto sul mercato del Napoli e dedica spazio anche a quella che sarà l'estate di Kalidou Koulibaly. Il difensore senegalese è seguito da tempo dal Barcellona ma bisognerà capire se poi arriverà l'offerta giusta al club di Aurelio De Laurentiis visto che i catalani non godono di troppa salute nei conti. Koulibaly è seguito anche dal Chelsea: è in scadenza 2023 e quest'estate per lui sarà decisiva per il rinnovo o per un'eventuale partenza.

C'è un retroscena precedente all'addio di Robin Gosens dall'Atalanta. Sui siti specializzati la scadenza indicata era al 30 giugno del 2023, ma nei mesi precedenti al suo approdo all'Inter, il tedesco aveva firmato un rinnovo di contratto fino al 2026, quindi per altri quattro anni e mezzo. Probabile che ci sia stato un gentleman agreement secondo cui, in caso di arrivo di una grossissima offerta, allora sarebbe stato liberato. La storia poi è conosciuta: a gennaio Gosens è stato ceduto in prestito con obbligo di riscatto - a condizioni già verificate - per 15 milioni più 10 di bonus (cifre confermate dal bilancio nerazzurro).

Kastriot Imeri, centrocampista del Servette, torna a essere un nome interessante per il campionato di Serie A. Il classe 2000, autore di ben 11 gol in Super League nel corso della stagione, a gennaio era stato trattato dal Genoa, con l'affare che però non si è concretizzato. Adesso, dopo una seconda parte di campionato giocata ad alti livelli, ci sono altre due squadre di Serie A pronte a muoversi per lui, kosovaro con il passaporto svizzero. Prima di tutto il Torino, che ha già avuto contatti concreti ed è pronto ad intavolare una trattativa, ma occhio anche alla Fiorentina, che ha parlato con l'entourage e che è molto interessata. Il Servette vorrebbe circa 6 milioni per il suo cartellino, ma verosimilmente la trattativa potrebbe concretizzarsi anche per una cifra inferiore, magari 3-4 milioni di euro.

Patrick Cutrone a fine stagione lascerà l'Empoli e farà ritorno momentaneamente al Wolverhampton prima di trovare una nuova squadra "non più in prestito" come rivela al sito de La Repubblica il suo agente Federico Pastorello. L'attaccante è all'ultimo anno di contratto con gli inglesi e per questo, dopo essersi reso conto nel corso della stagione di essere incompatibile con l'amico Pinamonti, lascerà gli azzurri per trovare una nuova soluzione che gli permetta di trovare continuità e anche una squadra che lo accolga puntando su di lui con un progetto e non solo per il semplice prestito di una stagione, formula che non ha dato i suoi frutti negli ultimi anni.

Il futuro di Simone Zaza potrebbe essere di nuovo in Spagna. Il giocatore, che va in scadenza col Torino nel giugno del 2023, ha bisogno di trovare una nuova squadra per rilanciarsi dopo i mesi difficili vissuti in granata. Il problema è sempre il suo pesante ingaggio da 2 milioni a stagione, che spesso ha bloccato le possibili pretendenti. Adesso il suo agente sta parlando con diverse squadre spagnole, dal Cadice al Maiorca passando per Real Betis e Rayo Vallecano: se le parti in causa decideranno di fare un passo verso l'altra, allora il ritorno nella Liga di Zaza, che col Valencia segnò 19 reti in 53 partite, potrebbe presto diventare realtà. A riportarlo è Tuttosport.

Il Torino vuole riscattare il cartellino di Rolando Mandragora, potenzialmente nuovo capitano granata in caso di addio di Belotti. I granata però vorrebbero ottenere uno sconto rispetto ai 9,5 milioni previsti dall'accordo con la Juventus, che d'altro canto però aspetta l'esborso e nel frattempo ha parlato anche con altri club come la Roma, fortemente interessata a rilevarlo per regalare una punta importante a Juric. Nel caso in cui dovesse arrivare l'intesa, il giocatore rinnoverebbe fino al 2027.

LEWANDOWSKI NON RINNOVA COL BAYERN, L'ATLETICO RISCATTA GRIEZMANN. DARWIN NUNEZ IL FAVORITO DEL PSG PER L'EVENTUALE DOPO-MBAPPE, IL WEST HAM NON VUOLE CEDERE DECLAN RICE. RIVOLUZIONE ESPANYOL

Secondo quanto riportato dalla Bild, Robert Lewandowski avrebbe preso la decisione definitiva di voler lasciare il Bayern, nonostante il suo contratto in scadenza nel 2023. Il polacco avrebbe annunciato al direttore sportivo che non rinnoverà il contratto. Già nella giornata di giovedì si è registrata l'apertura dei bavaresi alla cessione del suo fuoriclasse, per non perderlo a parametro zero. Valutazione 40 milioni.

Era già chiaro dopo la cena tra Gil Marín e Mateu Alemany, ora c'è quasi la certezza ufficiale: Antoine Griezmann sarà riscattato dall'Atletico Madrid. L'attaccante francese è in prestito per due stagioni e il Barcellona aveva concordato con i colchoneros l'obbligo di acquisto per 40 milioni se il giocatore avesse disputato almeno il 50% dei minuti. Una formalità che è stata sbrigata: Simeone e l'Atletico sono felici di Grizou e rispetteranno i patti.

Mentre attende di conoscere la decisione finale di Kylian Mbappé, il Paris Saint-Germain si guarda intorno alla ricerca di un possibile sostituto dell'attaccante francese, qualora quest'ultimo non rinnovi il contratto in scadenza il 30 giugno. Il club capitolino ha messo gli occhi in particolare su Darwin Nunez, stella del Benfica e autore di una grande stagione; il portoghese ha segnato 6 gol in Champions League e 26 in campionato e oggi è uno dei centravanti più ambiti sul mercato. La sua clausola, riporta Marca, è di 150 milioni di euro ma i portoghesi accetterebbero anche una cifra inferiore e sono pronti ad ascoltare l'eventuale proposta dei parigini.

Il Paris Saint-Germain ha aperto la caccia al nuovo allenatore. Mauricio Pochettino, riporta L'Equipe avrebbe già comunicato alla squadra che non resterà alla guida dei parigini e al suo posto potrebbe arrivare Marcelo Gallardo. L'attuale tecnico del River Plate è nella lista dei candidati insieme a Thiago Motta, Antonio Conte e Joachim Löw, anche se il sogno resta sempre Zinedine Zidane.

Il West Ham chiude le porte e toglie dal mercato Declan Rice. Il centrocampista inglese, pezzo pregiato da diversi anni, vestirà la maglia degli Hammers anche nella prossima stagione; il club londinese ha infatti deciso di non ascoltare alcuna offerta fino alla chiusura della finestra di trasferimento estiva dopo che il giocatore ha rifiutato il rinnovo da 90 milioni complessivi per otto stagioni. Chelsea e Manchester United sono sulle sue tracce, ma il 23enne ha un contratto fino al 2024 e il West Ham ha la possibilità di estenderlo di altri 12 mesi.

Vicente Moreno non è più l'allenatore dell'Espanyol. Il club catalano, nonostante la conquista della salvezza con tre giornate d'anticipo, ha deciso di operare una vera e propria rivoluzione e di ristrutturare tutta l'area sportiva: insieme al tecnico va via anche il direttore sportivo, Francisco Joaquín Pérez Rufete. La squadra verrà affidata momentaneamente al tecnico dell'Espanyol B, Luis Blanco.

Primo piano
TMW Radio Sport
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2022 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000