Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Inter, Inzaghi ora è blindato: presto il rinnovo. Gli annunci di Bastoni e Calhanoglu dopo Istanbul

Inter, Inzaghi ora è blindato: presto il rinnovo. Gli annunci di Bastoni e Calhanoglu dopo Istanbul
© foto di Federico De Luca 2023
martedì 6 giugno 2023, 08:30Serie A
di Ivan Cardia

Road to Istanbul: l'Inter sarà l'ultima squadra italiana a concludere la stagione. Con quale risultato? Lo scopriremo soltanto sabato 10 giugno, quando i nerazzurri sfideranno il Manchester City in finale di Champions League. Un approdo che, a prescindere dal risultato, cambia anche i piani sul futuro.

Inzaghi blindato, ora il rinnovo. Partiamo dalla panchina. Anche perché l'extra-gettito nelle casse interiste, legato ai risultati europei, è in gran parte ascrivibile al lavoro di Simone Inzaghi. Che è stato in bilico, ma mai davvero col destino segnato. E oggi invece è confermatissimo: zero dubbi a meno che non ne abbia lui, ma non vi sono avvisaglie in tal senso. Semmai, dopo il rinnovo firmato alla fine della scorsa stagione, entro il 30 giugno dovrebbe arrivare un nuovo prolungamento di una stagione. L'intenzione, del tecnico e della società, c'è. Servirà sedersi e discuterne, ma i rapporti sono ottimi anche con Tullio Tinti, che assiste da sempre il mister.

Lukaku&Co. A proposito di Tinti: è l'agente che ha praticamente definito il rinnovo di Alessandro Bastoni: sarà annunciato dopo Istanbul, come quello di Hakan Çalhanoğlu. Nel 2024 in scadenza anche Mkhitaryan, per il quale però non vi sono discorsi così avviati. Scadranno il 30 giugno, invece, numerosi accordi, fra contratti e prestiti. Partiamo dagli ultimi: Romelu Lukaku è una rosa con 26 milioni di spine. Si legge che Pochettino lo rivuole indietro, in verità assistiamo alle schermaglie di mercato fra Chelsea e Inter: un accordo alla fine arriverà. Sarà necessario trovarlo anche con la Lazio per abbassare il riscatto di Francesco Acerbi: sul leone nerazzurro non vi sono dubbi, ma 4 milioni sono giudicati tanti vista l'età. In prestito anche Raoul Bellanova: l'Inter pagherà i 7 milioni previsti dall'intesa col Cagliari. Capitolo contratti: verso il rinnovo De Vrij e Cordaz. Saluteranno Skriniar, Gagliardini e Dalbert. In bilico Dzeko, Handanovic e D'Ambrosio, per motivi diversi: il centravanti aspetta uno scatto economico nell'offerta interista, il portiere deve decidere se fare il secondo gli va bene, il difensore aspetta Ausilio e Marotta.

E poi? Il futuro non finisce qui, perché il mercato vero e proprio presenterà tante novità. L'Inter sta sondando i parametri zero, da Pereyra a Ceballos passando per Nacho e Ceballos. Nomi che alimentano le cronache, nei fatti a oggi tutti ad Appiano Gentile sono concentrati quasi esclusivamente sulla finale, sulla sfida al City, terminata la quale si ripartirà. Anche con le cessioni: Onana resta nei pensieri del Chelsea, Brozovic ha ritrovato il suo posto ma potrebbe partire, i vari Lautaro, Barella, Bastoni e Dimarco incasseranno interessamenti. Grazie a Inzaghi e alla "sua" finale di Champions nessuno ha l'acqua alla gola: mica male.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile