Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

La gang ha risposto presente e ora sogna la Champions. La Roma vince 3-1 contro l'Udinese

La gang ha risposto presente e ora sogna la Champions. La Roma vince 3-1 contro l'Udinese TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 26 novembre 2023, 19:57Serie A
di Patrick Iannarelli

"Josè Mourinho, la la la la". Forse il coro che riassume Roma-Udinese sta tutto in quel canto arrivato direttamente dalla Curva Sud: il 3-1 contro i bianconeri è tutto dello Special One, ma sul campo la sua gang è riuscito a rispondere presente: Mancini, Dybala, El Shaarawy, tre acuti come i tre punti conquistati per rilanciarsi in classifica e allontanare quelle nubi d'inizio stagione che hanno complicato fin troppo il cammino dei capitolini. Quinto posto in classifica, 21 punti conquistati e una posizione che ora fa sorridere un po' tutti. Quarta sconfitta invece per l'Udinese, presente soltanto per venti minuti: buona la reazione, ma serve far altro per allontanarsi dalla zona rossa.

Primo tempo in gestione
Cristante, Paredes, ma soprattutto Pellegrini. Mourinho ha ritrovato un perno fondamentale in mezzo al campo, in attacco invece il tecnico portoghese si è affidato a Paulo Dybala e Romelu Lukaku. L'Udinese ha perso Pereyra all'ultimo momento a causa di un risentimento, tra le linee spazio a Thauvin con Success unica punta. I padroni di casa hanno approcciato subito bene una sfida bloccata, senza troppi varchi: è servito il solito tracciante di Dybala per pescare Mancini in mezzo l'area di rigore, lasciato solissimo in area friulana. Il colpo di testa a sbloccare la partita del difensore azzurro è stato uno dei pochi punti esclamativi durante tutto l'arco del primo tempo: ci ha provato Pellegrini subito dopo, ma la banda del portoghese ha pensato più a gestire che a forzare la mano.

L'Udinese aveva soltanto una possibilità dal rientro degli spogliatoi: aggredire la Roma sin dai primi minuti cercando di affondare sulle corsie esterne. Detto-fatto, dopo un primo squillo - conclusione dai 20 metri terminata sul fondo - Thauvin con un colpo di testa sul secondo palo (assist di Pareyo) ha trovato la rete del pareggio. José Mourinho per evitare un clamoroso ribaltone si è affidato al solito El Shaarawy e ad Azmoun, decisivo contro il Lecce proprio davanti al pubblico dell'Olimpico: l'iraniano ha dato il via al pallone per Lukaku, il belga di prima ha trovato Dybala che solo davanti a Silvestri non ha sbagliato. La rete del sorpasso a dieci minuti dal termine ha imballato le gambe dei friulani, a chiudere la sfida ci ha pensato il solito El Shaarawy: tiro a giro di prima intenzione e vittoria pesante per la corsa alla Champions League.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile