Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Salernitana, il primo bilancio: che colpo Dia, Mazzocchi da Nazionale. Bonazzoli, serve di più

Salernitana, il primo bilancio: che colpo Dia, Mazzocchi da Nazionale. Bonazzoli, serve di piùTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com
martedì 20 settembre 2022, 11:15Serie A
di Ivan Cardia

La battuta d'arresto nello scontro diretto contro il Lecce ha l'odore delle ali di Icaro che bruciano. Se sarà picchiata o l'ippocampo riprenderà a volare, lo scopriremo presto. Perché per la Salernitana la prima seconda stagione consecutiva in Serie A è una favola tutta da vivere, sin qui all'insegna di un mercato che ha piazzato i campani appena sopra la lotta salvezza, nelle griglie di partenza degli addetti ai lavori. Da verificare, ça va sans dire, sul campo.

Il migliore - Boulaye Dia
Da uno che con il Villarreal ha fatto gol al Liverpool in semifinale di Champions e con il Senegal ha vinto l'ultima Coppa d'Africa, ce lo si poteva aspettare. Il centravanti classe '96 ha impiegato pochissimo tempo per adattarsi alla nuova realtà e agli schemi di Nicola: tre gol nelle prime sei giornate di campionato, la sensazione di essere un pericolo costante per le difese avversarie. E l'impressione che De Sanctis abbia piazzato un gran bel colpo di mercato.

La delusione - Federico Bonazzoli
Tutto da contestualizzare. Perché in assoluto nessuno a Salerno è stato protagonista di un avvio di campionato davvero negativo. Però l'attaccante scuola Inter ha abituato sin troppo bene l'Arechi: a fronte della pesantissima doppia cifra dell'anno scorso, e pure alla luce dell'investimento fatto dalla società in estate, non può bastare la sola rete trovata in queste prime sette gare di Serie A.

La rivelazione - Pasquale Mazzocchi
Gioca bene, gioca bene, Mazzocchi in Nazionale. La chiamata di Mancini è la ciliegina sulla torta che l'esterno campano sta cuocendo già da qualche mese. Straripante in alcune occasioni in questo avvio di stagione, ha trovato la gioia della prima rete in Serie A ed è stato un autentico fattore per le sorti dei granata. Appassionato neomelodico, e discretamente dotato a livello canoro, potrà ora deliziare anche il convitto di Coverciano.

Primo piano
TMW Radio Sport