Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Sampdoria, la carica di Dejan Stankovic: combattere con orgoglio. E a Bologna la prima finale

Sampdoria, la carica di Dejan Stankovic: combattere con orgoglio. E a Bologna la prima finaleTUTTOmercatoWEB.com
© foto di PhotoViews
venerdì 7 ottobre 2022, 08:00Serie A
di Andrea Piras

Dopo tanta attesa, ieri è arrivata l'ufficialità. Dejan Stankovic è il nuovo allenatore della Sampdoria. Superati gli ultimi impedimenti legati ad alcune pratiche di natura burocratica, il tecnico serbo ha raggiunto in mattinata la città di Genova, ha posto la firma sul proprio contratto - fino a giugno più rinnovo automatico di una stagione in caso di salvezza - e ha diretto il primo allenamento a Bogliasco. Al suo fianco c'è il vice Nenad Sakic che la Genova blucerchiata conosce molto bene visto che dal 1998 al 2005 ha collezionato 136 presenze e un gol e che per due anni è stato il secondo di Sinisa Mihajlovic dal 2013 al 2015.

Combattere con orgoglio
Orgoglio. E' il tema che il tecnico blucerchiato ha voluto sottolineare a più riprese nella sua prima chiacchierata con il canale ufficiale del club. "C'è modo e modo di perdere una partita" ha esordito nell'intervista di presentazione, prendendo soltanto come esempio - ma senza minimamente giudicare l'operato del suo predecessore Marco Giampaolo - la gara contro il Monza persa malamente 3-0. "Dobbiamo sapere cosa andiamo a difendere - ha proseguito -. Perché l'orgoglio è importante è non ha prezzo". Un invito a tutta la squadra a tirare fuori lo spirito combattivo per risollevare una classifica deficitaria e condurre in porto la barca, operazione alla portata secondo Stankovic visto che il "materiale (tecnico ndr) c'è".

A Bologna la prima finale
Non è mancata una citazione del suo ex allenatore ai tempi del Triplete dell'Inter José Mourinho: "Le finali vanno vinte non giocate". E le finali la Sampdoria ne dovrà affrontare parecchie da qui in avanti. A partire dalla gara di sabato sera in quel di Bologna dove Stankovic si attende già una riposta importante. Anche i rossoblu emiliani hanno cambiato tecnico, da Mihajlovic a Thiago Motta, e occupano il quartultimo posto con quattro punti in più della Samp. Servirà dare fondo a tutte le risorse tecniche ma soprattutto nervose per rimettere in piedi la barca. Combattendo in campo sempre a testa alta. Con orgoglio. Come vuole il suo mister.