Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw

Nesta: "Milan, Scudetto davvero speciale. Partiva come quarta forza del campionato"

TMW - Nesta: "Milan, Scudetto davvero speciale. Partiva come quarta forza del campionato"
lunedì 23 maggio 2022, 15:00Serie A
di Giacomo Iacobellis
fonte Dagli inviati Ivan Cardia e Lorenzo Marucci

Intervenuto alla Hall of Fame del Calcio Italiano, l'ex difensore di Lazio e Milan Alessandro Nesta ha parlato dei temi più attuali del calcio italiano. Queste le sue dichiarazioni raccolte da TMW, a partire ovviamente dal Milan campione d'Italia: "Il Milan ha fatto qualcosa di speciale, perché sulla carta partiva come terza-quarta forza del campionato. Faccio i complimenti a Pioli, Maldini e Massara, che hanno creato i presupposti per vincere".

La difesa rossonera ha dato ottimi segnali.
"Concordo. Il gioco del Milan quest'anno ha valorizzato anche tanti singoli, in difesa penso a Kalulu e Tomori per esempio".

Cosa l'ha colpita di più durante la stagione rossonera?
"I dettagli sono due-tre: sono andati via giocatori importanti, ma nessuno ha fatto drammi. Li hanno accompagnati alla porta e li hanno ringraziati, così si fa in un grande club. Seconda cosa: il Milan non si è mai lamentato di nulla e ci ha sempre creduto. Lamentarsi crea alibi ai giocatori".

Questo Milan potrà aprire un ciclo come il suo?
"Berlusconi alzava l'asticella ogni anno, non è facile. Il Milan di oggi è costruito con meno spese e meno investimenti, seppur con un'identità ben precisa. Sarà difficile confermarsi, ci sono anche gli avversari. Vediamo per esempio come si muoverà sul mercato la Juventus".

Giorgio Chiellini ha salutato la Juve e si prepara a volare in MLS, proprio come fece lei a fine carriera.
"Il consiglio che do a Giorgio è di portarsi la crema da sole, altrimenti si scotta (ride, ndr). Posso solo fargli i complimenti, tutto inizia e tutto finisce. Parliamo di un ragazzo eccezionale, un pezzo di storia. Lo aspetta un'avventura bella e divertente".

Siamo a Firenze, dove la Fiorentina è finalmente tornata in Europa.
"Italiano ha fatto molto bene, il suo è stato un grande lavoro. Il mister ha dato una mentalità a questa squadra. Commisso è arrivato in Italia e ha portato subito nuove strutture. Le proprietà straniere ci stanno dando l'esempio, speriamo che si impari anche in Italia".

Chiosa sulla sua Lazio: come valuta la stagione dei biancocelesti?
"La Lazio ha pagato il cambio di modulo con Sarri. Per arrivare al prodotto finale credo ci voglia un po' di più".