Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Benevento-Ascoli 1-1, le pagelle: Botteghin colpisce, Cannavaro la riprende con i cambi

Benevento-Ascoli 1-1, le pagelle: Botteghin colpisce, Cannavaro la riprende con i cambiTUTTOmercatoWEB.com
domenica 2 ottobre 2022, 18:43Serie B
di Davide Marchiol

Benevento-Ascoli 1-1

Benevento

Paleari 6,5 – Chiamato in causa alla fine poche volte, si fa trovare sicuro quando serve.

Leverbe 6 – Scricchiola, ma alla fine non cede, con gli attaccanti dell’Ascoli che, tranne alcune fiammate, la vedono poco.

Veseli 6 – Gara che dura pochissimo la sua, mentre è in campo alla fine c’è solo la distrazione collettiva sul piazzato, per il resto la difesa non corre altri pericoli (dal 24’ Capellini 6 – L’avvio non è semplice, con il momento di massima pressione dell’Ascoli, poi trova le misure).

Glik 6 – La difesa nella seconda metà del primo tempo balla tanto, ma alla fine non cede ed è la cosa più importante. Esce anche lui per infortunio (dal 61’ Pastina 6 – Entra in modo ordinato)

Letizia 5,5 –
Più a fiammate rispetto al dirimpettaio Improta, non riesce a essere sempre costante nelle sue discese, nella ripresa si passa a quattro e tiene bene la posizione.

Karic 5 – Pochissime idee a centrocampo, con l’Ascoli che gestisce il vantaggio con eccessiva facilità. Fa fatica a tenere i ritmi richiesti per cambiare l’inerzia del match (dal 45’ Schiattarella 6,5 – Cambia l’assetto il Benevento e ritrova l’equilibrio mancato nella prima frazione della gara, il suo ingresso dà le geometrie giuste).

Acampora 5,5 –
Un po’ nel pallone fino a quando Cannavaro non cambia l’assetto tattico nella ripresa.

Improta 6 –
E’ l’unico a tentare di portare argomenti offensivi con costanza fin dal primo minuto della gara. Paga qualcosa in fase difensiva.

Foulon 5 –
Un paio di sgroppate ma pochissimo altro in un primo tempo dove il Benevento è troppo brutto per essere vero (dal 45’ Diego Farias 7 – Entra e il suo impatto sulla gara è strepitoso. Mette dentro il gol del pareggio e in generale è protagonista di 20 minuti dall’ottima pericolosità. Si spegne forse un po’ troppo presto).

Ciano 6 –
Fa un po’ di fatica nel primo tempo, anche se qualche iniziativa la mette. Nella ripresa con il passaggio al tridente cresce, mette l’assist per il gol di Diego Farias, anche se resta l’unico spunto realmente incisivo.

Forte 5 –
Non riesce mai a farsi vedere, pochi i palloni ricevuti e scarsa la mobilità là davanti (dal 45’ Simy 6,5 – Guarna con un miracolo gli dice di noi, anche se poi arriva il gol di Diego Farias. Con il tridente il Benevento acquisisce più peso in attacco e lui fa ottimamente da torre).

All. Cannavaro 6,5 – Il Benevento nel primo tempo è troppo brutto per essere vero. Nell’intervallo è coraggioso e si prende il rischio di cambiarne tre in un colpo solo, venendo premiato nella ripresa.

Ascoli

Guarna 6,5 –
Quando non ci arriva lui ci arriva la traversa. Aveva preso anche l’incornata di Simy, ma su Diego Farias non può fare nulla.

Quaranta 6 –
Benissimo quando davanti si trova una coppia d’attacco, un po’ meno bene quando c’è il tridente, con Ciano e Farias che lasciano meno riferimenti.

Botteghin 6,5 –
Solido dietro, trova il gol del momentaneo vantaggio con un’ottima incornata. Sul gol è la fase difensiva intera che si fa sorprendere dalla folata dei padroni di casa.

Bellusci 6 – Come i compagni, fa più fatica quando i campani aumentano gli uomini offensivi, dando anche meno punti di riferimento, ma alla fine non cede.

Falzerano 5,5 –
Pochissime iniziative dalle sue parti, pensa più a gestire le folate avversarie che a spingere. (dall’82’ Ciciretti sv)

Collocolo 6 –
Tiene buoni ritmi per almeno un’ora di gioco, facendo bene anche da incursore, poi però inizia ad appannarsi e fa più fatica a rispondere colpo su colpo alle iniziative campane (dal 71’ Eramo 6 – Entra bene, facendosi notare con una buona conclusione respinta da Paleari).

Buchel 6 - Fa bene da raccordo della manovra in mezzo al campo.

Caligara 5,5 – Un paio di iniziative interessanti, ma poi cala alla distanza. (dall’83 Salvi sv)

Falasco 6 – L’Ascoli difensivamente gestisce bene, ma in attacco fa un po’ fatica se escludiamo la seconda metà del primo tempo. Mette la palla per il gol di Botteghin.

Gondo 5,5 –
Un po’ confusionario, dopo il gol del vantaggio non riesce a portare transizioni positive ficcanti, finendo con il farsi anche ammonire. Appesantito dal cartellino, Bucchi lo cambia all’intervallo (dal 45’ Pedro Mendes 5,5 – Fatica a vedere il pallone, ha una sola chance, colossale, ma Paleari con un gran riflesso gli dice di no).

Dionisi 6 –
Tiene alta la squadra con la sua esperienza, tenta la vita della rete in un paio di circostanze, ma con poco successo (dal 62’ Bidaoui 5,5 – Entra per dare un po’ di verve all’attacco, ci riesce solo in parte).

All. Bucchi 6 – Un ottimo primo tempo, con un piano ben congegnato che permette ai suoi di trovarsi in vantaggio. Poi però nella ripresa manca un po’ la risposta ai cambi di Cannavaro, che con il nuovo assetto creano decisamente più problemi.