Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Vivarini e gli equilibri nel Girone C: "Crotone e Pescara più forti del mio Catanzaro"

Vivarini e gli equilibri nel Girone C: "Crotone e Pescara più forti del mio Catanzaro"TUTTOmercatoWEB.com
venerdì 7 ottobre 2022, 23:04Serie C
di Luca Bargellini

Alla vigilia della trasferta di Andria prende la parola in conferenza stampa il tecnico del Catanzaro, Vincenzo Vivarini: "Arriviamo bene, abbiamo fatto una buona settimana cercando di preparare questa partita al meglio contro una squadra affamata di punti che metterà tutto per fare risultato. Dovremo stare concentrati, attenti alle cose che dobbiamo fare lasciando perdere l'entusiasmo di Torre del Greco per fare una grande prestazione. Situm ha avuto un piccolo affaticamento al polpaccio, quando alterni erba sintetico può venir fuori qualche problema. Lo teniamo fuori precauzionalmente per non rischiare qualcosa di più grave. Abbiamo alternative com Katseris ma anche Tentardini che è stato uno dei migliori quando è sceso in campo titolare. Abbiamo un obiettivo a lungo termine, siamo coscienti che ci sono squadre più forti di noi come Crotone e Pescara. Dobbiamo avere sempre conferme sul piano della maturità, evitando cali di concentrazione. Questa è una partita che ci dovrà dire a che punto siamo e andrà affrontata col massimo delle forze. Ci sono 23/24 titolari e questo lo sa anche la squadra, c'è bisogno di una rosa di questo tipo come del resto ce l'hanno anche le altre squadre. Abbiamo fatto pochissimo: il campionato è lungo, ci saranno problemi e cali di forma durante il percorso. Di questo dobbiamo essere consapevoli, se si ha questa attenzione da parte di tutti i singoli vengono meno anche i problemi di gestione. L'errore che non dobbiamo fare adesso è ragionare sul futuro: bisogna pensare partita per partita, poi è chiaro che gli scontri diretti incideranno tanto".