Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Germania-Italia 5-2, le pagelle: nessuno sufficiente per l'Italia. Sané è gioia per gli occhi

Germania-Italia 5-2, le pagelle: nessuno sufficiente per l'Italia. Sané è gioia per gli occhiTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 15 giugno 2022, 06:35Serie A
di Andrea Losapio

Risultato finale: Germania-Italia 5-2

GERMANIA

Neuer 8 - Nel primo tempo fa un grande intervento, su Raspadori, respingendo anche il rimbalzo di Gnonto. Perfetto con i piedi, ferma anche Barella a porta vuota e in fuorigioco. Straordinario su Dimarco, giusto per ricordarsi chi è.
Klostermann 7 - Si mette in tasca Gnonto con relativa facilità, dalla sua parte non si passa praticamente mai. Bravo anche nella proiezione offensiva, quando può.
Sule 6,5 - Dimentica Raspadori in mezzo all'area sullo 0-0, ma è l'unico sbaglio, peraltro in collaborazione con i compagni di reparto. Difficile da superare (dall'88' Tah sv).
Rudiger 6,5 - Simpatico quasi sempre, scontroso quando vuole, efficace praticamente sempre.
Raum 7,5 - Un pendolino sulla fascia, con Calabria che non gli riesce proprio a prenderne le contromisure. Assist del primo gol a parte, più volte è in grado di raggiungere il fondo.
Gundogan 7,5 - Il solito maestro di gioco, nel settore nevralgico del campo. Segna il calcio di rigore con facilità, in generale è sempre nel posto giusto e nel momento giusto (dall'88' Stach sv).
Kimmich 7,5 - Il migliore giocatore tedesco dell'anno continua a ricordare perché è tale. Possesso palla e geometrie, forma il tritacarne in cui tutti i centrocampisti italiani, di fatto, vanno a sbattere.
Hofmann 6,5 - Meno ispirato di altre sere, ha comunque più di un'occasione per andare in rete. Non riesce a sfruttarle, ma davanti fa la sua buona figura (dal 66' Gnabry sv).
Muller 7,5 - Il solito panzer, tuttocampista di altra risma, può fare il centrocampista e l'attaccante senza problemi, è il primo difensore quando la Germania perde il pallone (dal 76' Nmecha sv).
Sané 8 - Gli manca solamente il gol, ma è bellissimo. Guizzante, veloce, tecnico. Una bellezza per gli occhi e dedica tutto il tempo a spaccare la difesa italiana. Con buona facilità.
Werner 6,5 - Fino al suo gol è il lontano parente di un centravanti prolifico. Poi però segna due gol e il giudizio cambia, così come il tabellina della gara. Più che sufficiente, nonostante qualche gol sbagliato di troppo (dal 71' Musiala sv).

Flick 8 - Si riprende tutto quello che è suo dopo un'andata complicata a Bologna, dove probabilmente poteva perdere. Se questa è la sua Germania, bisognerà vedere cosa regalerà al Mondiale.

ITALIA

Donnarumma 5,5 - C'è solo da ringraziarlo, perché se il risultato non è più rotondo è solo grazie a lui. Chiude la porta ad almeno quattro occasioni da gol nel primo tempo, nella ripresa fa il suo dovere finché può. Bombardato, sbaglia con i piedi e non è sufficiente più nemmeno lui.
Calabria 5 - Perde qualche pallone in uscita, regalando il contropiede agli avversari. Non sui livelli del Milan, forse nemmeno aiutato dai compagni.
Mancini 4,5 - Tanti errori anche se spesso è preso di infilata. Bravo su Werner al primo minuto, poi piano piano viene inghiottito dall'attacco della Germania (dal 79' Scamacca sv).
Bastoni 4,5 - Sente la responsabilità e questo gli male. È impreciso e sbaglia qualche appoggio, salvo poi regalare un rigore abbastanza solare per un intervento da non fare. Mezzo voto in più per il gol all'ultimo secondo.
Spinazzola 4,5 - Non affonda come al solito, anche perché Klostermann dalla sua parte è attento. Nella ripresa sbaglia l'intervento che porta al 3-0, strozzando sul nascere le fantasie di rimonta (dal 66' Dimarco 5,5 Entra e si dimentica che esisterebbe il fuorigioco, regalando il quarto gol agli avversari. Si fa perdonare creando il tiro per il 5-1 di Gnonto).
Frattesi 5 - Parte bene, con il piglio di quello che vorrebbe spaccare il mondo. Si spegne molto presto perché finisce nel tritacarne allestito da Kimmich e Gundogan (dal 46' Caprari 4,5 - Ha sul piede il pallone per accorciare le distanze, ma il suo tentativo gli rimane in canna).
Cristante 5 - Ha il grande problema di non marcare Kimmich quando entra in mezzo, praticamente indisturbato, nell'occasione dell'1-0. Qualche volta è troppo lento nel ripartire.
Barella 5,5 - Qualche spunto, prova a reagire e protestare. Troppo sufficiente quando va al tiro a rimorchio.
Politano 5,5 - Non avrebbe nemmeno troppo sfigurato, nell'economia del primo tempo, con la bella palla per Raspadori. Viene sacrificato sull'altare dell'equilibrio tattico (dal 44' Luiz Felipe 5 - Finisce in una retroguardia che viene spesso tagliata in due. Non demerita più di tanto, ma non cambia lo status quo).
Raspadori 5 - Una grande occasione nel primo tempo, ma Neuer è più bravo di lui. In altre due occasioni non si capisce se avrebbe il tempo giusto per bruciarlo, ma non ce la fa perché tira indietro la gamba (dal 46' Scalvini 5,5 - Ha un bell'impatto con la partita, recuperando palloni sin da subito. Difficile chiedergli di più, poi però la Germania lo stritola come tutti).
Gnonto 5,5 - Leggerino, Klostermann lo limita e lui non riesce ad andargli via. Serata da ricordare solamente per il gol, a porta vuota, perché per il resto è spento.

Roberto Mancini 4 - Il materiale umano era quello a disposizione, ma la sua Nazionale si perde troppo facilmente. Dovrà lavorare sulla testa dei giocatori, non solo sulla questione tecnica.