Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 7 dicembre

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 7 dicembreTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 8 dicembre 2023, 01:00Serie A
di Daniel Uccellieri
Il punto su tutte le news di calciomercato della giornata appena andata agli archivi. Tra indiscrezioni, trattative e retroscena, ecco le notizie più importanti

JUVENTUS, VLAHOVIC APRE AL RINNOVO E IL CLUB È PRONTO AD ALLUNGARE L'ACCORDO. TORINO, IN STANDBY LA TRATTATIVA PER IL RINNOVO DI RICCI. A GENNAIO LA LAZIO NON CI RIPROVERÀ. MILAN, KRUNIC SEMPRE PIÙ LONTANO: DA TITOLARE A SACRIFICABILE SUL MERCATO. INTER, IN ATTO ALCUNE RIFLESSIONI SU SANCHEZ E ARNAUTOVIC. PER IL CILENO SIRENE DALL'ARABIA. INSIGNE VUOLE TORNARE IN ITALIA: L'UNICA STRADA POSSIBILE PER ARRIVARE A UN ACCORDO CON LA LAZIO

La Juventus vuole blindare Dusan Vlahovic. L'attaccante si è trasferito nel gennaio 2022 dalla Fiorentina, partendo da una base di 7.5 a stagione a salire nel corso della durata del contratto che lo porterà a guadagnare fino a 12 miloni l'anno. Attualmente il serbo ne guadagna 10 netti. L'intenzione del club bianconero è quello di spostare la scadenza dal 2025 al 2028 con l'intenzione di abbassare i costi d'ammortamento. Inoltre la Juventus si tutelerebbe in caso di eventuale cessione. Da parte del giocatore c'è l'apertura al rinnovo e si registrano già i primi contatti fra la dirigenza e l'agente Dario Ristic. 23 anni, Vlahovic in questo primo terzo di stagione ha raccolto 12 presenze, segnando 5 reti.

La strada sembrava già ampiamente apparecchiata al termine del mercato estivo, quando si ripartiva da un accordo sulla parola con il presidente Cairo, ma al momento è da considerarsi in standby la trattativa per il rinnovo del suo contratto con il Torino per il centrocampista italiano Samuele Ricci (22 anni). Le discussioni tra i rappresentanti del classe 2001 e la dirigenza granata, al momento, sono interrotte. Sul prosieguo del progetto tecnico - a partire da ciò che sarà con l'attuale allenatore Ivan Juric - si stanno andando a sommare dei punti interrogativi che hanno fatto rallentare la frequenza dei contatti e ad oggi sulla possibile estensione del vincolo che scade nel 2026 e garantisce a Ricci poco più di 1 milione di euro netto a stagione, è calato il silenzio. In estate il Toro aveva respinto diversi assalti della Lazio, arrivata a offrire circa 20 milioni di euro. Un nuovo tentativo biancoceleste, almeno a gennaio, è però da escludere.

Il futuro di Rade Krunic potrebbe essere lontano dal Milan. Secondo quanto riportato da Tuttosport le cose sono cambiate molto rapidamente per il centrocampista ex Empoli, visto che a inizio stagione era un titolare inamovibile e adesso è ai margini, con il calciatore sul mercato e l'ipotesi Turchia che sembra essere sempre più concreta. Difficile che si possa proseguire insieme, e nelle prossime settimane sono attese novità significative. Krunic finanzierà il mercato del Milan. Dopo aver cominciato (bene) la stagione da titolare, un infortunio ha bloccato improvvisamente Krunic che, al suo ritorno in campo, non è più stato lo stesso. Così per Pioli e il club non è più un incedibile della rosa, anche perché nel frattempo è tornato Ismael Bennacer che si riprenderà il posto in mezzo al campo. Il Fenerbahce è tornato all'attacco e il Milan può pensare di sacrificare il bosniaco, con cui non sono andati neanche avanti i discorsi per il rinnovo, per reinvestire il guadagno sul mercato. I rossoneri puntano di cedere Krunic per circa 10 milioni con una plusvalenza di 8: con questi soldi si potrebbe anticipare l'arrivo di Miranda dal Betis, già bloccato in ogni caso per il mese di luglio a zero.

Per Inter e Juve sarà un mercato low cost. E magari, come è successo allo Stadium, una contro l’altra. Potrebbe succedere - sottolinea il Corriere della Sera - per Tjago Djalò, 23 anni del Lilla su cui i nerazzurri stanno lavorando da mesi, ma che adesso piace alla Signora. Nei piani della capolista - si legge inoltre - c’è anche un attaccante, Mehdi Taremi, iraniano del Porto, arrivato a scadenza. L’Inter lo ha bloccato per giugno, ma sono in atto alcune riflessioni su Sanchez e Arnautovic, anche perché il cileno avrebbe ricevuto offerte dall’Arabia. Il centrocampista che piace è Zielinski, se non dovesse rinnovare con il Napoli. La Juve, avendo fuorigioco sia Pogba che Fagioli, in mezzo al campo ne deve prendere uno adesso: Hojbjerg del Tottenham è destinato a rimanere agli Spurs e il prestito di Phillips dal Manchester City è una trattativa che non decolla. Meglio un giovane e su questo Allegri e Giuntoli sarebbero d’accordo. Nel mirino Diarra, 2004 dello Strasburgo, e Koné, 2001 del Borussia Moenchengladbach, forti e, purtroppo per la Juve, cari. La cessione di Iling-Junior potrebbe finanziare l’investimento. Berardi non esce dai pensieri bianconeri, ma il Sassuolo è bottega cara e così resta vivo l’ucraino Sudakov, talento dello Shakhtar.

Lorenzo Insigne vuole tornare in Italia ed è una possibilità per la Lazio. A fare il punto, l'edizione odierna del 'Corriere dello Sport': l'ex capitano del Napoli attualmente sotto contratto col Toronto FC da qualche settimana ha cambiato procuratore e s'è affidato alla YouFirst, agenzia che gestisce anche gli interessi di Luis Alberto. Improponibili per la Lazio gli undici milioni di euro che Insigne guadagna in Canada. L'unica strada, si legge, è quella di trovare un accordo con il Toronto per ottenere una ricca buonuscita e poi sbarcare nella Capitale da svincolato a gennaio.

DAVIES ALZA LE RICHIESTE ECONOMICHE E SPAVENTA IL BAYERN. REAL MADRID ALLA FINESTRA. ANCHE IL BORUSSIA DORTMUND SU FERDI KADIOGLU. IL FENERBAHCE CHIEDE ALMENO 20 MILIONI. COPENAGHEN, PRESO IL TALENTO NORVEGESE WEST. FIRMA DAL PRIMO DI GENNAIO

Si complicano i piani del Bayern Monaco nel rinnovo ad Alphonso Davies. Secondo quanto informa la Bild l'esterno sinistro canadese avrebbe alzato le proprie pretese economiche in modo considerevole, chiedendo di figurare tra i giocatori considerati di fascia A, pertanto con un ingaggio che si aggira sui 15 milioni lordi a stagione. Il giocatore ha un accordo in essere con i bavaresi fino al 2025. Il Real Madrid è alla finestra, con l'obiettivo di portarlo a vestire la camiseta blanca senza spendere un euro di cartellino, pertanto aspettando la scadenza naturale del contratto. Tuttavia il Bayern, preso atto dell'impossibilità di trovare un accordo, potrebbe decidere di trattare già a gennaio per una cessione, magari a prezzo moderato. In questo caso c'è già un precedente, quello di Toni Kroos nel 2014 che a seguito del mancato rinnovo con i bavaresi fu ceduto al Real Madrid per 25 milioni di euro.

Ferdi Kadioglu è uno dei pezzi pregiati del Fenerbahce. Il terzino sinistro turco (ma nato in Olanda), abile a destreggiarsi anche sulla corsia opposta, è seguito da diversi club europei, tra cui anche alcuni italiani, Napoli e Inter su tutti. Secondo le informazioni riportate da Sport Bild, il 24enne sarebbe anche nel mirino del Borussia Dortmund, che lo ha osservato più volte negli ultimi tempi. Il suo contratto con il Fenerbahçe durerà fino al 2026, la richiesta del club di Istanbul è di almeno 20 milioni di euro.

Nuovo colpo in Scandinavia. Il Copenaghen ha acquistato Liam West, giovane esterno di proprietà del Fredrikstad. Il norvegese ha firmato con il club della capitale per tre stagioni. Il contratto sarà attivo dal primo di gennaio. West è considerato uno dei migliori giocatori della sua generazione.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile