Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Repubblica: "Nel telefono di Fagioli una decina di coinvolti: c'è un altro juventino"

Repubblica: "Nel telefono di Fagioli una decina di coinvolti: c'è un altro juventino"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 13 ottobre 2023, 08:33Serie A
di Niccolò Pasta

Il caso scommesse legato al calcio rischia di sconvolgere ancora una volta il calcio italiano. Repubblica approfondisce questa mattina il tema che ha coinvolto Sandro Tonali, Nicolò Zaniolo e Nicolò Fagioli, da cui tutto è partito, specificando come il ribaltone non dovrebbe avere risvolti penali visto che nessuno dei coinvolti ha 'truccato' partite. Il tema è più ampio e non si limita ai tre citati, ma apre una voragine che rischia di inghiottire almeno un'altra decina di giocatori di livello di Serie A e non solo, tra cui almeno un altro giocatore della Juventus, secondo quanto scritto dal quotidiano.

Niente calcioscommesse, ma betting su piattaforme illegali
Non si parla dunque di calcioscommesse, ma di betting su siti illegali. Da qualche settimana la polizia sta effettuando accertamenti su una decina di calciatori coinvolti, dopo che un'inchiesta cominciata seguendo scommesse anomale di un gruppo criminale, tenuto sotto controllo dalla Procura di Torino. Proprio da queste scommesse si è arrivati, per puro caso, a Nicolò Fagioli, che negli ultimi diciotto mesi avrebbe scommesso centinaia di migliaia di euro, senza alterare risultati sportivi ma come uno scommettitore incallito di turno.

L'ammissione di Fagioli 'inguaia' altri compagni
E proprio dopo l'ammissione di colpevolezza del centrocampista della Juventus si scoperchia il vaso di Pandora. Fagioli consegna il suo cellulare alle forze dell'ordine, che risalgono così a diversi compagni del giovane juventino coinvolti in scommesse su piattaforme illegali, tra cui propio Tonali e Zaniolo. Ma non solo. Sarebbero oltre una decina, compreso almeno un altro juventino, i giocatori coinvolti. Poi le parole di Fabrizio Corona, che costringe le forze dell'ordine ad intervenire, visto il timore di cancellazione di prove vista la fuga di notizie. E all'arrivo a Coverciano è ormai tutto chiaro: "Ci aspettavano", spiega una fonte investigativa al quotidiano. E siamo solo all'inizio.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile