Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Inter, il resoconto post summit

Inter, il resoconto post summitTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 25 maggio 2022, 07:00Serie A
di Gianluigi Longari
fonte Sportitalia

Non ha perso tempo l’Inter. Il rilancio post scudetto perso è arrivato il giorno dopo i festeggiamenti dell’altra metà della città, ed ha previsto un faccia a faccia lungo diverse ore tra proprietà, dirigenza e Simone Inzaghi. Il tecnico nerazzurro è stato rassicurato sui programmi e sulla competitività della squadra nella prossima stagione, e la prossima settimana verrà ratificato un rinnovo di contratto su cui non ci sono sostanzialmente mai stati dubbi. Per il resto, il diktat proseguirà sulla stessa linea del recente passato: ovvero investimenti commisurati alle cessioni e player trading come parola chiave della campagna estiva. Il sacrificio illustre ci sarà, con Bastoni che è il giocatore che ha riscontrato maggiore interesse in giro per l’Europa, specie dalla Premier del suo mentore Antonio Conte. Nelle stesse ore ha preso contatto con la sua nuova realtà l’estremo difensore Onana, che si giocherà con Handanovic destinato al rinnovo annuale il posto da titolare. A livello di programmazione sono attesi riscontri da Perisic dopo l’avvicinamento predisposto alle sue richieste, e soprattutto in chiave Dybala per cui l’Inter continua a nutrire una sostanziale fiducia. Il capitolo investimenti prevederà l’assalto a Bremer, corteggiato con gradimento reciproco da mesi, ed Asllani che ha mostrato margini che invogliano i nerazzurri a superare la concorrenza. Se e evoluzioni del mercato lo consentiranno, non sono esclusi altri interventi futuribili da far combaciare con eventuali uscite. Un discorso che, stando alle evoluzioni più recenti ed alle promesse, non toccherà l’intoccabile Lautaro Martinez. A patto che le stesse vengano mantenute a differenza di un’estate fa.