Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports

Juve, la qualificazione agli ottavi di Champions è a un passo: Kulusevski decide con lo Zenit

Juve, la qualificazione agli ottavi di Champions è a un passo: Kulusevski decide con lo ZenitTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport
giovedì 21 ottobre 2021 06:45Serie A
di Simone Dinoi

La gara era di quelle importanti, importantissime per mettere un piede, e forse anche qualcosa in più, nel turno successivo di Champions League. Per questo motivo Allegri sin da subito non si è fatto influenzare dal derby d’Italia in programma domenica prossima a San Siro contro l’Inter ma ha deciso di lanciare dal primo minuto quasi tutti i suoi big eccezion fatta per Cuadrado e Danilo partiti, il colombiano inizialmente, dalla panchina. E i cosiddetti big hanno risposto, quantomeno dal punto di vista fisico e mentale, firmando la vittoria, ancora una volta per 1-0, sullo Zenit nel teatro della Gazprom Arena di San Pietroburgo dove i bianconeri hanno il sogno di ritornare il prossimo 28 maggio per la finale della massima competizione europea.

La Juve rischia poco e crea pochissimo.
Piano gara studiato di Allegri perfetto dal punto di vista difensivo, ma con le solite grandi difficoltà nella creazione di occasioni da gol. Chance che infatti sono state poche, pochissime soprattutto nel primo tempo e affidate all’iniziativa di Chiesa. Meglio nella ripresa quando le sostituzioni di Allegri e i cambi campo di Bonucci hanno trovato con buona continuità in solitaria sulla fascia sinistra De Sciglio dal quale sono nati i maggiori pericoli bianconeri. Come il colpo di testa di McKennie e come quello di Kulusevski, morbido e preciso che è valso i tre punti.

Kaio Jorge con la Juve Under 23: arriva il primo gol in maglia bianconera

Kulusevski sferra un pugno alle critiche.
Non era entrato benissimo, spostato sull’out mancino dove, forse, fa un po’ più fatica rispetto alla posizione centrale che spesso è andato a ricercare per toccare i palloni caldi con voglia di incidere e decidere. Più ingolfato a sinistra quindi, più a suo agio quando ha tagliato in mezzo al campo. Proprio come in occasione della rete quando da sinistra si è infilato nel cuore dell’area di rigore per spizzare, quanto basta, e quanto è bastato, quel pallone di testa che dopo un bacino al palo ha fatto vibrare la rete alle spalle del portiere avversario. E non è un gol banale: per Kulusevski che trova il primo della carriera in Champions League e si alleggerisce da qualche critica di troppo; per la Juve che così, di fatto, vede già gli ottavi di finale di Champions League. Tre partite, cinque gol fatti, zero subiti e nove punti in classifica: in Europa non si poteva iniziare meglio.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000